Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Piano di ammortamento prestito: come calcolare il proprio finanziamento

Il piano di ammortamento prestito è molto importante per capire se un prodotto è conveniente o meno. Calcolarlo è possibile solo se si hanno a disposizione alcuni dati, che cambiano a seconda della tipologia di prestito.

Piano di ammortamento: ecco come si calcola

Oggi calcolare il piano di ammortamento prestito è particolarmente semplice. I comparatori online permettono infatti, una volta inseriti dati come la cifra complessiva richiesta e la durata del piano di ammortamento, di sapere a quanto ammonterà la rata finale.

Questo metodo vale soprattutto per i prestiti personali, che sono da considerare come dei prodotti a basso rischio per gli istituti di credito soprattutto per l’entità bassa delle cifre messe in campo.

Calcola la rata del prestito: tutti i passaggi

La situazione è diversa quando dal piano di ammortamento prestito personale si passa a quello di un mutuo. In questo caso, sia per l’entità della cifra sia per la durata del rimborso, bisogna tenere conto di un certo livello di rischio, che influisce sullo spread, ossia il carico che la banca applica e che rappresenta il suo effettivo guadagno.

Per calcolare il piano di ammortamento di un mutuo sono pertanto necessari dati come la cifra richiesta, il valore iniziale dell’immobile, ma anche informazioni sull’anzianità lavorativa del cliente e sulla sua età. In questo modo si ha la possibilità di conoscere la rata mensile e l’entità del già ricordato spread.

Calcolo del piano di ammortamento di un prestito Inps: informazioni per l’utente

Entriamo ora nel vivo del calcolo piano di ammortamento prestito parlando i un prodotto Inps, ossia il prestito pluriennale.

Questo prodotto, che consente agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali di richiedere cifre anche importanti per necessità familiari o personale, prevede un rimborso che può durare dai 60 ai 120 mesi.

Per avere le idee chiare sull’entità del piano di ammortamento è bene ricordare anche il tasso, che è fisso per tutta la durata del piano di rimborso ed è pari al 3,50%. Il cliente deve inoltre considerare un’altra spesa, ossia l’onere amministrativo pari allo 0,50% della cifra richiesta.

Il piano di ammortamento del tuo prestito: perché è importante

Esistono casi in cui il calcolo piano di ammortamento prestito risulta particolarmente rilevante. Quali sono? Le situazioni in cui si ha intenzione di estinguere anticipatamente il prestito – alcuni istituti di credito, se il debito residuo è inferiore a 10.000€, non prevedono il pagamento di nessuna penale – o di includerlo in un consolidamento debito.

L’ultima opzione prevede la possibilità di richiedere un prestito complessivo per onorare più debiti con diverse realtà creditizie, in modo da pagare tutta la cifra con un solo riferimento per quanto riguarda il tasso d’interesse e l’entità della rata.