Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Perché scegliere i prestiti tramite inps?

Perché scegliere i prestiti tramite inps? Quali i maggiori benefici? Accedere a una linea di credito offerta dall’inps significa disporre di un finanziamento a tasso agevolato. Vediamo nel dettaglio una delle soluzioni più interessanti disposte dall’Istituto: prestiti pluriennali.

I prestiti tramite inps: i prestiti pluriennali. È erogata una somma in denaro per fronteggiare necessità personali che siano documentate, che rientrino nelle casistiche disposte dal Regolamento. Per richiederli è necessario essere dipendenti oppure pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

Quali son i requisiti per i prestiti tramite inps pluriennali? Possono fruire delle prestazioni dell’inps gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali con almeno quattro anni di anzianità di servizio utile alla pensione e con quattro anni di versamento contributivo.

Gli iscritti devono disporre di un contratto di lavoro a tempo indeterminato purché non sia inferiore ai tre anni e possano godere di cessioni estinguibili nello spazio di vigenza del contratto con l’obbligo di cedere il trattamento di fine rapporto a garanzia della restituzione del prestito. La domanda va presentata entro un anno dall’invio della documentazione e dell’evento in oggetto.

Quanto alla durata i prestiti tramite inps posso variare da cinque anni, l’importo deve essere restituito in 60 rate mensili, fino a 10, con un piano di restituzione in 120 rate mensili. La rata non può essere superiore a un quinto dello stipendio o della pensione.

Veniamo al tasso d’interesse applicato, composto da un’aliquota per le spese di amministrazione e una per fondo rischi. Questi sono i parametri di riferimento:

tasso d’interesse nominale annuo del 3,50%;

spese di amministrazione: 0,50%;

premio fondo rischi

Come conseguire i prestiti tramite inps? La domanda va redatta sugli appositi modelli forniti dall’Istituto, che potete reperire nella specifica sezione del portale ufficiale inps.

Devono essere presentate al competente Ufficio provinciale o territoriale dell’Inps Gestione Dipendenti Pubblici, per il tramite dell’Amministrazione di appartenenza, se il richiedente è un iscritto in servizio, ovvero direttamente se il richiedente è un iscritto pensionato.

Alla domanda devono essere allegati:

la documentazione attestante lo stato di bisogno e l’eventuale spesa a seconda della motivazione prevista nel Regolamento;

un certificato medico di sana costituzione fisica (rilasciato da un medico della ASL o da un ufficiale medico in attività di servizio o da un medico incaricato dall’Amministrazione dalla quale dipende il richiedente, non oltre 45 giorni prima della presentazione della domanda all’Inps Gestione Dipendenti Pubblici (art. 15 D.P.R. 895/50).

È permessa l’estinzione anticipata in qualunque momento attraverso il versamento del debito residuo. Il richiedete ottiene la restituzione del fondo rischi in relazione al periodo di abbreviazione della garanzia. Non possiamo rinnovare una cessione in corso se non sono trascorsi due anni dall’inizio della cessione quinquennale.