Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Pensioni Inps 2015, come cambierà il sistema previdenziale?

Pensioni Inps 2015, quali novità ci attendono per il prossimo anno?

Siamo vicini alla conclusione del 2014 e questo ci permette di avere un quadro sempre più chiaro di quello che ci attende per il prossimo anno. Una delle questioni prioritarie resta la soluzione degli effetti causati dalla cosiddetta Riforma Fornero, che ha messo in difficoltà molti lavoratori.

Il caso più emblematico è rappresentata dalla questione esodati, ovvero quanti, nel 2011, sono rimasti senza un reddito da lavoro o pensione. Secondo il Commissario Inps Tiziano Treu, intervenuto nel corso di un’audizione parlamentare alla Commissione Lavoro del Senato, il caso sarebbe stato già risolto, ma dai fatti si evince una storia diversa.

I comitati esodati avrebbero infatti richiesto un intervento tempestivo nella Legge di Stabilità 2015 per la tutela di altre decine di migliaia di lavoratori. Secondo le prime stime si tratterebbe di un bacino di utenza composto da quasi 50mila soggetti. A ciò dobbiamo aggiungere coloro che hanno perso il lavoro in età avanzata, ma sulla scorta degli attuali requisiti di legge sono chiamati a lavorare ancora per 10 o 15 anni prima di poter accedere ai trattamenti pensionistici.

Nel complesso l’attuale sistema previdenziale è quindi molto rigido nei confronti delle effettive esigenze del mondo del lavoro. Non è un caso, del resto, che l’ex Commissario Inps Vittorio Conti avesse proposto di garantire una rendita contributiva a prescindere da qualunque requisito anagrafico.

Nel mondo del lavoro la domanda che affligge i contribuenti è sempre la stessa: qual è il progetto di lungo periodo utile al rinnovamento della realtà previdenziale? La cronaca riflette uno stato di incertezza: non si è operato, ad esempio, alla riduzione delle cosiddette pensioni d’oro. Un dato che non sembra attribuibile a una specifica fazione politica, ma che impone, in ogni caso, un’amara valutazione sull’impegno dell’Esecutivo in merito alla definizione di un quadro previdenziale dotato di maggiore equilibrio e senso di solidarietà.

Pensione anticipata Inps 2015 e le altre soluzioni possibili

C’è ancora da comprendere quali saranno i risultati concreti del progetto di pensione anticipata grazie alla Quota 100, una iniziativa promossa dal Presidente della Commissione lavoro alla Camera Cesare Damiano. Riguardo agli effetti sui conti pubblici, in base a quanto dichiarato dal parlamentare, risulterebbero sostenibili, a dispetto di quanto era occorso nelle proposte precedenti.

Sarà questa la misura che potrà risolvere buona parte dei problemi che interessano la questione pensione Inps 2015? Per scoprirlo non ci resta che attendere ancora qualche settimana. Vi terremo sempre aggiornati sugli utili aggiornamenti disponibili.