Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Noipa prestiti Inpdap: le procedure per richiederli, guida

La tecnologia ha cambiato notevolmente la vita di chi è alla ricerca di prestiti. A dimostrarlo ci pensano anche le soluzioni relative a Noipa prestiti Inpdap.

Piccolo prestito Inps ex Inpdap: come richiederlo tramite Noipa

Quando si parla di Noipa prestiti Inpdap la prima cosa che viene in mente è la procedura per la richiesta del piccolo prestito Inps ex Inpdap.

I dipendenti della pubblica amministrazione hanno la possibilità di accedere alla prestazione economica in questione solo se sono iscritti al portale Noipa e se sono in possesso delle apposite credenziali di accesso, ossia il codice fiscale e la password.

Per autenticarsi può essere quindi utile avere a portata di mano la Carta Regionale dei Servizi.

Prestito su Noipa: i passi da seguire per la richiesta

A questo punto non resta che dettagliare i passi che l’utente deve seguire per richiedere Noipa prestiti Inpdap. Il primo è l’ingresso sul portale e l’autenticazione tramite l’inserimento di codice fiscale e password.

Il secondo passo, da compiere una volta entrati nella propria area riservata, prevede la consultazione del menu indicato con la dicitura Servizi Disponibili.

Nell’elenco in questione è possibile trovare l’opzione Richiesta Piccolo Prestito Inps Gestione Ex Inpdap. Una volta selezionata la suddetta voce, l’utente si trova davanti a una procedura guidata che permette di perfezionare la richiesta.

Fondamentale è ricordare anche la possibilità di visionare lo stato di avanzamento della richiesta e quella di effettuare una simulazione dell’impegno economico del prestito sulla base della propria situazione stipendiale.

Piccolo prestito su Noipa: altre specifiche

Continuiamo a parlare di Noipa prestiti Inpdap ricordando che, una volta completati i passaggi sopra descritti, l’Inps procede a un controllo della situazione del singolo cliente.

Una volta archiviata la suddetta fase il prestito viene accreditato senza problemi sul conto corrente di riferimento per il versamento dello stipendio mensile.

Per il rimborso viene applicata una ritenuta mensile il cui ammontare è opportunamente specificato nel piano di ammortamento.

Quanto si può chiedere con il piccolo prestito Noipa?

Per concludere questa breve guida riservata a chi vuole richiedere Noipa prestiti Inpdap ricordiamo che, nel caso del piccolo prestito, è possibile accedere a una cifra compresa tra una e otto mensilità di stipendio.

Il piano di ammortamento può andare dai 12 ai 48 mesi e il tasso d’interesse è fisso per tutta la durata del rimborso e corrisponde di preciso al 4,25%.

Il cliente deve prendere in considerazione anche la presenza di spese amministrative pari allo 0,50% della cifra richiesta.

Il prestito in questione può essere rinnovato, non necessita della presentazione di un giustificativo di spesa e, in caso di decesso del beneficiario o di sopraggiunta incapacità di produrre reddito per motivi di inabilità, non prevede il recupero del debito residuo da parte dell’Ente.