Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come funziona il mutuo Inpdap seconda casa 2020 e chi può ottenerlo

Mutui seconda casa Inpdap 2020: ecco chi può ottenerli

Nonostante la soppressione dell’Inpdap, avvenuta nel 2012, dipendenti e pensionati pubblici continuano a beneficiare delle condizioni agevolate dei mutui ex Inpdap. Finanziamenti a tasso di interesse agevolato concessi generalmente per l’acquisto della prima casa. Ma in alcuni casi è possibile anche ottenere un mutuo Inpdap seconda casa.

Si tratta di una possibilità riservata ai dipendenti e pensionati pubblici che si trovano in situazioni particolari. Normalmente infatti ai fini dell’accesso al credito è necessario che il richiedente e gli altri componenti del nucleo familiare non posseggano abitazioni in Italia. Sono però previste alcune eccezioni, per cui viene concesso il mutuo Inpdap seconda casa.

Casistiche Inpdap mutui seconda casa: quando viene concesso il finanziamento

Nello specifico, possono ottenere un mutuo Inpdap seconda casa i dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, che rientrano in una delle seguenti casistiche.

Se il richiedente o gli altri membri del nucleo familiare sono proprietari di abitazioni ricevute per donazione inter vivos o per successione mortis causa. A condizione però purché la casa non risulti fruibile perché già gravata da almeno 5 anni da diritti reali di godimento.

Quando il richiedente o i familiari sono proprietari di abitazioni in misura non superiore al 50% di ciascuna, indipendentemente dalla presenza di diritti reali di godimento.

Il dipendente o pensionato pubblico ha accesso al mutuo Inpdap anche nel caso in cui sia proprietario di un’abitazione assegnata all’altro coniuge con provvedimento giudiziale di separazione. Allo stesso modo, il finanziamento è concesso se viene rilevata e certificata (dall’autorità competente) l’inagibilità dell’abitazione già di proprietà del richiedente.

L’ultimo scenario in cui è possibile ottenere un mutuo Inpdap finalizzato all’acquisto della seconda casa è quello in cui il richiedente è comproprietario di un’abitazione insieme a soggetti estranei al nucleo familiare. A condizione però che richieda il finanziamento per rilevare le quote altrui.

In quanto a importo, tasso e durata del finanziamento, vigono le medesime condizioni previste per i mutui Inpdap prima casa. Tutte le informazioni sono indicate nel nostro articolo.