Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Guida al mutuo agevolato legge 104, come richiederlo e quanto si ottiene

Mutui agevolati per famiglie con disabili

Le famiglie di cui fanno parte persone portatrici di handicap hanno la possibilità di ottenere un mutuo agevolato legge 104. È un finanziamento che consente di sostenere le spese per la ristrutturazione o l’acquisto della prima casa. Nello specifico, sono finanziati anche interventi di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica, a condizione però che la spesa non ecceda i 350 mila euro.

Il mutuo viene concesso grazie al Plafond Casa, un fondo introdotto attraverso una convenzione firmata dall’Abi e la Cassa depositi e prestiti. L’accesso alle agevolazioni è subordinato alla presenza di specifici requisiti.

Possono ottenere il mutuo agevolato legge 104 soltanto le persone fisiche e il finanziamento deve necessariamente essere sottoscritto per una delle seguenti finalità.

  • Ristrutturazione della casa di residenza con accrescimento dell’efficienza energetica dell’immobile;
  • Acquisto della prima casa;
  • Acquisto di un immobile residenziale e interventi di ristrutturazione con incremento dell’efficienza energetica dell’immobile.

La somma massima erogabile varia a seconda della finalità del mutuo agevolato per i nuclei familiari con disabili. Per gli interventi di ristrutturazione l’importo massimo è di 100 mila euro, per l’acquisto della casa il limite è fissato a 250 mila euro e per gli interventi combinati di acquisto e ristrutturazione si arriva fino a 350 mila euro.

Richiesta mutuo agevolato con Plafond Casa

Passiamo quindi alla questione della domanda. Per ottenere un mutuo agevolato legge 104 è necessario rivolgersi ad una banca che aderisce al Plafond Casa. La concessione del finanziamento agevolato dipende infatti dalla ricezione per la banca dei fondi stanziati dal Plafond. In caso contrario, il finanziamento non viene erogato nemmeno se l’istruttoria ha avuto esito positivo.

L’interessato deve quindi selezionare una banca che ha aderito al progetto e presentarsi in filiale per inoltrare una domanda di mutuo compilando l’apposito modulo di richiesta. Tale documento è denominato Richiesta di mutuo ipotecario a banche su provvista cassa depositi e prestiti S.p.A.