Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui vantaggiosi: ecco quali sono i prodotti da non perdere

Quando si decide di acquistare casa è normale puntare ai mutui vantaggiosi. Per trovare il piano più adatto alle proprie esigenze è però importante passarne in rassegna diversi.

Mutui da non perdere: il piano ipotecario Inps ex Inpdap

Nel novero dei mutui vantaggiosi è utile includere il piano ipotecario Inps ex Inpdap. Grazie a questa prestazione economica, riservata agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, è possibile accedere al credito per acquistare la prima casa.

Il cliente interessato ha la possibilità di richiedere una somma massima pari a 300.000€, integrabile con ulteriori 6.000 finalizzati alla copertura delle spese assicurative non obbligatorie.

Come si richiedono i mutui Inps ex Inpdap?

I piani ipotecari Inps ex Inpdap sono mutui vantaggiosi anche perché possono essere richiesti in maniera molto semplice. L’istanza per l’accesso può infatti essere presentata esclusivamente online, avendo cura di allegare tutti i documenti necessari, compresa la dichiarazione sostitutiva di atto notorio.

I giorni utili per la presentazione sono dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno solare.

Ricordiamo inoltre che è possibile scegliere tra un tasso fisso pari al 2,95% e un tasso variabile calcolato sulla base dell’Euribor 6 mesi, maggiorato di 200 punti base e calcolato su 360 giorni.

Mutui a tasso fisso: altri piani interessanti

Ovviamente anche gli istituti di credito offrono mutui vantaggiosi. Per avere un quadro efficace iniziamo a parlare dei piani a tasso fisso, ipotizzando la richiesta di 100.000€ per l’acquisto di un immobile che ne vale 200.000€.

Tra le tante proposte disponibili sul mercato esaminiamo il mutuo di Cariparma Crédit Agricole, che prevedrebbe l’applicazione di una rata mensile di 488,08€, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente all’1,62 e all’1,78%. In questo caso sono previste spese d’istruttoria e oneri di perizia per 500 e 300€.

Meritevole di un cenno è anche il mutuo a tasso fisso di Intesa Sanpaolo che, tenendo conto dei criteri sopra elencati, prevedrebbe una rata mensile di 487,16€, con TAN fisso e TAEG corrispondenti rispettivamente all’1,60 e all’1,82%.

Questo piano è caratterizzato dall’applicazione di spese d’istruttoria e oneri di perizia per 320 e 400€.

Mutui tasso variabile: ecco le proposte migliori

Parlare di mutui vantaggiosi vuol dire fare cenno anche ai piani a tasso variabile. Quali sono i migliori sul mercato? Per inquadrarne alcuni ipotizziamo sempre la richiesta di 100.000€ per l’acquisto di un immobile che ne vale 200.000€.

Tra le proposte disponibili prendiamo in esame il mutuo a tasso variabile di Credem, che si contraddistingue per l’applicazione di una rata mensile pari a 446,33€, con tasso variabile calcolato sulla base dell’Euribor 3 mesi e maggiorato di uno spread dello 0,99%.

In questo caso possiamo parlare di un TAEG dello 0,97% e di spese d’istruttoria e di perizia per 1000 e 280€.