Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui usurai: cosa sono, come riconoscerli e tutelarsi

Acquistare casa significa prepararsi ad affrontare delle spese onerose a prescindere dal tasso scelto. Quando ci si trova davanti ai mutui usurai la situazione diventa ancora più difficile. Per fortuna che il legislatore, negli ultimi due decenni, ha disposto delle modalità utili alla tutela del consumatore.

Come riconoscere il mutuo usuraio?

I mutui usurai sono finanziamenti caratterizzati dall’applicazione di un interesse superiore a quello stabilito per legge. Come è possibile riconoscerli? Se il piano di ammortamento è in corso da diversi anni è opportuna la verifica storica.

Il processo in questione prevede la considerazione di due riferimenti legislativi. Il primo è la Legge 108/96. Il suddetto testo prevede che la soglia del tasso legale sia pari ai valori rilevati trimestralmente dalla Banca d’Italia aumentati poi della metà.

Le seguenti indicazioni sono rimaste valide fino al 2011, quando è entrata in vigore la legge 70/2011.

Legge 70/2011: cosa dice e come permette di riconoscere un mutuo usuraio

Chi vuole informarsi sulle modalità per riconoscere i mutui usurai deve prendere in esame anche i contenuti della legge 70/2011. Cosa dice per quel che concerne il riconoscimento del tasso legale? Che esso è pari ai valori rilevati dal Ministero del Tesoro, aumentati del 25%. A questo risultato vanno aggiunti altri quattro punti.

Degne di nota sono anche le disposizioni del decreto legge 79/2011. Questo testo prevede che vi siano massimo otto punti percentuali di differenza tra il limite legale e il tasso medio.

Da specificare è anche che, sulla base di una sentenza della Cassazione del 2013, all’interesse concorrono tutte le spese addebitate. Ciò significa che è il TAEG il valore che deve essere comparato al tasso soglia per verificare la legalità dell’interesse applicato.

Individuare i mutui usurari: gli strumenti disponibili nel 2017

Come abbiamo appena visto, individuare i mutui usurai è abbastanza facile. Per rendere il calcolo ancora più agevole è possibile fare riferimento ad alcuni strumenti disponibili sul web.

Tra questi citiamo i calcolatori automatici presenti su diversi portali. Per avere informazioni chiare sul proprio mutuo è però necessario inserire parametri relativi alla sua durata e alla data d’inizio.

Anche il sito della Banca d’Italia va tenuto in considerazione. Qui, infatti, è possibile scaricare i fogli con le serie storiche relative alle rilevazioni del tasso medio.

Tasso usurario: cosa fare dopo la scoperta

Cosa possono fare i clienti che scoprono di aver pagato dei mutui usurai? Le strade da prendere in esame riguardano in primo luogo il consulto dell’avvocato di fiducia. In tal modo si predispone la richiesta per il rimborso degli interessi, che spetta di diritto.

Il cliente che ha pagato un mutuo caratterizzato da interesse superiore ai limiti legali ha anche la possibilità di valutare l’azione penale per valutare l’ipotesi di reato.