Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui Unicredit tasso fisso 2016: perché sceglierli

Il mutuo a tasso fisso rappresenta l’alternativa migliore per chi cerca un piano di ammortamento sicuro e privo di sorprese (questo vale soprattutto per chi ha un contratto lavorativo a tempo indeterminato ed entrate mensili fisse). I mutui Unicredit tasso fisso sono dei piani perfetti per chi ha questa esigenza, e vuole avvalersi anche di un alto livello di flessibilità.

Mutui banca Unicredit tasso fisso: il Mutuo Valore Italia tasso finito

Quando si parla di mutui Unicredit tasso fisso si inquadra prima di tutto il Mutuo Valore Italia tasso finito, un prodotto che consente di acquistare la prima o la seconda casa e di richiedere una cifra minima pari a 30.000€.

Mutui Unicredit tasso fisso: come funziona il Mutuo Valore Italia tasso finito?

Nel panorama dei mutui Unicredit tasso fisso, il Mutuo Valore Italia tasso finito è senza dubbio una delle opzioni più vantaggiose. Per quale motivo? Perché consente al mutuatario di avvalersi di un tasso certo per tutta la durata del finanziamento.

Il valore in questione cambia sulla base della durata del piano di ammortamento, il tutto secondo questo schema:

  • Mutuo a tasso fisso della durata di 10 anni: tasso predefinito pari all’1,50%.
  • Mutuo a tasso fisso della durata di 15 anni: tasso predefinito pari al 2,25%.
  • Mutuo a tasso fisso della durata di 20 anni: tasso predefinito pari al 2,50%.

Non è prevista la possibilità di scegliere durate intermedie.

Unicredit mutuo casa tasso fisso: altre specifiche su Mutuo Valore Italia tasso finito

Quali sono le altre specifiche tecniche relative a Mutuo Valore Italia tasso finito, uno dei prodotti più utili nel novero dei mutui Unicredit tasso fisso? Cominciamo a elencarle ricordando che il prodotto in questione è riservato alle persone fisiche che agiscono per scopi estranei all’ambito commerciale, e consente di richiedere una cifra minima di 30.000€, in ogni caso mai superiore al 50% del valore dell’immobile secondo perizia.

Mutuo Valore Italia tasso finito: come avviene l’addebito

Proseguiamo nella rassegna delle specifiche tecniche relative a Mutuo Valore Italia tasso finito ricordando che l’addebito delle rate avviene mensilmente, attraverso un prelievo diretto dal conto corrente del mutuatario.

L’ammortamento segue lo schema alla francese, il che significa che l’addebito parte dal primo giorno del mese successivo all’erogazione della cifra richiesta. A fini di garanzia, al mutuatario è richiesta l’iscrizione di un’ipoteca di primo grado, il cui valore corrisponde al 150% dell’importo del mutuo.

Il mutuo in questione prevede come coperture assicurative la polizza incendio e scoppio e altre formule finalizzate alla tutela della famiglia e del singolo richiedenti, che però non risultano obbligatorie.

I mutui Unicredit tasso fisso comprendono anche l’opzione del Mutuo Valore Italia tasso fisso che, a differenza del prodotto a tasso finito, si contraddistingue per l’applicazione dello spread commerciale basato sul parametro EuroIrs.