Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui prima casa per ristrutturazione: le soluzioni più vantaggiose

Quando si progetta la ristrutturazione della casa è necessario mettere in conto spese importanti. Le suddette non sono sempre sostenibili sul momento, motivo per cui può essere utile richiedere mutui prima casa per ristrutturazione.

Mutuo per ristrutturare la prima casa: la soluzione Inps ex Inpdap

Tra i mutui prima casa per ristrutturazione è possibile includere diversi piani di ammortamento. Uno di questi è il mutuo ipotecario Inps ex Inpdap, riservato agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali sia lavoratori sia pensionati.

Questo mutuo consente di accedere a una cifra massima pari a 150.000€ e, in ogni caso, a una somma che non può mai essere superiore al 40% del valore dell’immobile secondo perizia.

Mutuo per ristrutturazione Inps ex Inpdap: informazioni sul tasso e sulle modalità di richiesta

La soluzione ipotecaria Inps ex Inpdap è una delle più interessanti quando si parla di mutui prima casa per ristrutturazione. Approfondirne le caratteristiche vuol dire parlare del tasso d’interesse, che può essere fisso o variabile.

Nel primo caso si può scegliere una soluzione pari al 2,95%, mentre nel secondo si parla di un tasso calcolato sulla base dell’Euribor 6 mesi maggiorato di 200 punti base e calcolato su un lasso di tempo di 360 giorni.

Per quanto riguarda le modalità di richiesta è necessario specificare che l’accesso a questo mutuo può essere richiesto solo per via telematizzata dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno solare.

Mutuo ristrutturazione a tasso fisso: le soluzioni da non perdere

Non ci sono solo i piani ipotecari Inps ex Inpdap nel novero delle proposte da non perdere riguardo ai mutui prima casa per ristrutturazione. Anche gli istituti di credito mettono a disposizione soluzioni che meritano di essere approfondite.

Per capire meglio la situazione ipotizziamo la richiesta di un mutuo di 80.000€, richiesto per ristrutturare un immobile che ne vale 150.000 e caratterizzato dal tasso fisso. Considerando un piano della durata di 15 anni e la scelta del prodotto Gran Mutuo Casa Semplice di Cariparma, si avrebbe una rata mensile di 449,84€, con TAN pari all’1,49%.

Mutuo ristrutturazione a tasso variabile: un esempio concreto

A questo punto non resta che dare indicazioni relative a un piano a tasso variabile. Tra i mutui prima casa per ristrutturazione vediamo la soluzione di Banca Dinamica. Anche in questo caso consideriamo come punto di partenza la richiesta di un mutuo di 80.000€ per un immobile che ne vale 150.000. Il prodotto di Banca Dinamica permette di avvalersi di una rata mensile pari a 476,55€, con TAN dello 0,79%.

Degna di citazione è infine la soluzione di Unicredit, un mutuo per acquisto e ristrutturazione che può essere richiesto anche aderendo al Fondo di Garanzia per la Prima Casa, che consente di accedere al credito con una garanzia statale sul 50% della quota capitale del finanziamento.