Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui Poste Italiane prima casa 2016: perché sceglierli?

Il mutuo per la prima casa è uno degli investimenti più importanti che si possano fare. Per questo motivo è necessario sceglierlo con attenzione e passare in rassegna diverse alternative, come per esempio i mutui Poste Italiane prima casa.

Mutuo Poste Italiane: il prodotto BancoPosta Acquisto

Quando parliamo di mutui Poste Italiane prima casa inquadriamo prima di tutto il prodotto Banco PostaAcquisto. Ecco le caratteristiche più importanti:

  • Possibilità di richiedere fino all’80% del valore dell’immobile.
  • Polizza incendio gratuita.
  • Spread promozionali per chi accende un contratto di mutuo entro il 31 gennaio 2016.

Mutui Poste Italiane prima casa: quanto dura il piano di ammortamento?

Il piano di ammortamento dei mutui Poste Italiane prima casa può avere una durata compresa tra i 10 e i 30 anni.

In caso di scelta di tasso fisso è bene ricordare che tale valore è collegato al parametro IRS e che varia sulla base della durata del piano di ammortamento. Facciamo un esempio specifico ipotizzando un mutuo della durata di 10 anni. In questo caso, sempre sulla base del parametro IRS, il tasso risulta pari al 2,86%. Se la durata sale a 15 anni si parla invece di un tasso fisso del 3,27%.

Calcolo mutuo Poste Italiane prima casa: cosa sapere sul tasso variabile?

Quando si sceglie un mutuo per la prima casa è necessario ponderare con attenzione la scelta del tasso, onde evitare sorprese poco gradevoli nel corso del piano di ammortamento.

Anche nel caso dei mutui Poste Italiane prima casa è possibile scegliere tra tasso fisso e tasso variabile. Il secondo è calcolato sulla base dell’Euribor 3 mesi calcolato su 360 giorni. Come funziona l’applicazione? Vediamo un esempio ipotizzando un mutuo della durata di 10 anni e uno spread dell’1,85%, caso in cui il tasso risulterebbe pari all’1,86%.

Mutuo prima casa Poste Italiane: il tasso misto e gli altri vantaggi

I mutui prima casa Poste Italiane consentono di scegliere anche l’opzione del tasso misto. Che cosa significa? Che si può gestire il finanziamento in maniera più flessibile, alternando il tasso fisso e cambiando ogni 2, 3, 5 o 10 anni.

Una volta trascorso il lasso di tempo prestabilito, il mutuatario ha la possibilità di modificare le condizioni del finanziamento, adattandolo alla nuova situazione del mercato.

Il mutuo BancoPosta Acquisto si configura come un prodotto flessibile e ricco di vantaggi sia per questo motivo, sia per la possibilità di usufruire di particolari benefici, come per esempio la carta di credito BancoPosta classica con un canone gratuito e un fido mensile di 1.600€ e uno sconto del 20% sulla polizza PostaCasa.

Oltre al mutuo BancoPosta Acquisto – per il quale non sono previste spese per l’incasso della rata e per l’invio delle comunicazioni periodiche – il gruppo PosteItaliane propone anche piani a cui sono abbinate opzioni come la ristrutturazione e la richiesta di liquidità.