Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui per la casa: le agevolazioni con la Legge di Stabilità 2016

Mutuo per la prima casa agevolazioni 2016

L’acquisto della prima casa è la principale ragione per cui si richiede un mutuo ipotecario. Ma con la crisi economica e l’aumento del costo della vita sono molti i mutuatari che col passare del tempo non riescono più a sostenere la rata. Per questo lo stato ha messo a punto delle misure a sostegno delle famiglie che non riescono a far fronte agli impegni assunti.

L’esempio più rappresentativo è senza dubbio il Fondo di Garanzia per i Mutui Prima Casa (nato in sostituzione del Fondo Giovani Coppie) che con una dotazione di circa 650 milioni di euro per il triennio 2014 -2016 è volto alla concessione di garanzie fino al 50% della quota capitale di mutui ipotecari stipulati per l’acquisto della prima casa non di lusso.

Ma cosa cambierà per i mutui per la casa con la nuova legge di Stabilità? Quali le possibili agevolazioni in favore di chi acquista o ristruttura casa a partire da gennaio 2016? La nuova legge di Stabilità promette diverse novità in materia di tassazione degli immobili e sembra voler confermare le agevolazioni dedicate alla prima casa, con particolare riferimento alle giovani coppie.

Mutui per la casa detrazioni per ristrutturazione e riqualificazione energetica

Mentre da un lato si discute della possibilità di abolire Imu e Tasi sulla casa di residenza e della manovra sulle casse dei comuni, dall’altra il bonus casa ha buone possibilità di essere prorogato fino alla fine del prossimo anno.

In altre parole chi effettua lavori di ristrutturazione edilizia o riqualificazione energetica avrà a disposizione ancora un anno per approfittare della detrazione, prevista rispettivamente nella misura del 50% e 65%.

Per quanto riguarda le agevolazioni fiscali dedicate a famiglie monoparentali, giovani lavoratori atipici e giovani coppie prosegue l’operato del Fondo di Garanzia, che oltre all’acquisto della casa, abbraccia anche i finanziamenti ipotecari finalizzati alla ristrutturazione e all’efficientamento energetico degli immobili.

Acquisto mobili e mutui per la casa lo stato garantirà i giovani

Ma questo non è tutto. La nuova legge di Stabilità aggiunge alle misure previste per il 2015 un’occasione di risparmio per le giovani coppie impegnate ad ammobiliare la prima casa. Si parla infatti di un nuovo bonus mobili che consentirebbe di detrarre il 50% delle spese per l’arredamento, anche se gli acquisti in oggetto non fanno parte di un progetto di ristrutturazione.

Per accedere al beneficio è necessario che la coppia richiedente abbia costituito un nucleo familiare da almeno 3 anni, sposati o more uxorio, e che almeno uno dei due abbia meno di 35 anni di età.

Ai fini della detrazione inoltre le spese devono essere accuratamente documentate e risultare inerenti al mobilio di un’unità immobiliare destinata a diventare residenza principale. Il tetto massimo della detrazione per il nuovo bonus mobili è fissato a 8 mila euro, mentre per gli arredi acquistati contestualmente a una ristrutturazione il limite resta confermato a 10 mila euro.