Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui Inpdap tasso fisso cosa sono e come accedervi?

Mutui Inpdap tasso fisso cosa sono e come accedervi? I dipendenti e i pensionati pubblici possono richiedere un mutuo Inpdap prima casa a tasso fisso per acquistare la prima casa o per provvedere alla sua ristrutturazione. L’Inpdap può erogare tale finanziamento, che in genere corrisponde a un mutuo ipotecario, richiedendo l’iscrizione di un ipoteca, sull’immobile oggetto di mutuo, che servirà da garanzia per il credito erogato.

I mutui Inpdap tasso fisso possono essere concessi sia per l’acquisto che per la ristrutturazione dell’immobile e il periodo di rimborso del prestito può andare dai 10 ai 30 anni. L’importo massimo erogabile è pari a 300 mila euro in caso di acquisto e a 100 mila per lavori di ristrutturazione.

Il tasso fisso applicato a tali mutui si aggira intorno al 4% e consente di rimborsare il prestito per tutta la sua durata con una rata costante, questo dà al debitore la sicurezza di poter affrontare una spesa che rimarrà inalterata, evitando così i rischi connessi all’applicazione di un tasso variabile. Il piano di ammortamento di mutui Inpdap tasso fisso è strutturato su rate semestrali posticipate.

Oltre all’importo del finanziamento è possibile richiedere una somma aggiuntiva fino a 5000 euro da utilizzare per provvedere ad eventuali spese legate a perizie tecniche, polizza assicurativa spese notarili, tassa d’iscrizione ipotecaria e spese relative alla registrazione del contratto. Tale somma può essere rimborsata applicando lo stesso tasso di interesse previsto per il mutuo.

Possono accedere a questi finanziamenti tutti gli iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali che siano assunti contratto a tempo indeterminato ed in servizio da almeno tre anni oppure pensionati di una pubblica amministrazione. Condizione necessaria per accedere ai mutui Inpdap prima casa è che il richiedente e i membri del suo nucleo familiare non risultino proprietari di un immobile ad uso abitativo che si trovi in un raggio di 100 km dal comune in cui è locato l’immobile oggetto di mutuo.