Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui Inpdap surroga: come richiedere il trasferimento del mutuo

Inpdap surroga mutui prima casa: quando è possibile ottenerla

Dipendenti e pensionati pubblici possono ottenere mutui e prestiti  a condizioni agevolate erogati dall’Inps. Ogni anno infatti l’Istituto offre mutui ipotecari con i quali è possibile finanziare l’acquisto o l’ammodernamento della prima casa. Non tutti sanno però che i mutui Inpdap possono essere concessi anche per la surroga. Ma come ottenere i mutui Inpdap surroga?

I mutui Inpdap surroga sono riservati a pensionati e dipendenti pubblici (assunti con contratto a tempo indeterminato) iscritti da almeno un anno alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.

I mutui Inps ex Inpdap possono essere concessi esclusivamente per le seguenti motivazioni:

  • Acquisto, costruzione in proprio, ampliamento e/o completamento di un’abitazione su terreno di proprietà.
  • Esecuzione di lavori di manutenzione, ampliamento, adattamento, trasformazione o ristrutturazione della casa, che risulta essere l’unico alloggio di proprietà dell’iscritto.
  • Acquisto o costruzione in proprio di un box o posto auto, destinato ad essere utilizzato come pertinenza della casa di proprietà, da cui il box/posto auto deve distare non più di 500 metri.

Regolamento Inpdap surroga mutui: le condizioni contrattuali

Ai fini dell’accesso al credito è fondamentale che l’alloggio in questione (o cui si fa riferimento per la costruzione di box/posto auto) non rientri nella categoria delle abitazione di lusso e che sia destinato a diventare la residenza principale dell’iscritto e del suo nucleo familiare.

L’importo finanziabile può arrivare fino a 300 mila euro per la costruzione della casa, mentre per i mutui finalizzati all’esecuzione di lavori di manutenzione o ampliamento della casa il massimo finanziabile è pari al 40% del valore immobiliare attribuito in sede di perizia estimativa, ma comunque non superiore a 150 mila euro.

Per l’acquisto di un box o posto auto invece il massimo è fissato a 75 mila euro. Va tuttavia precisato che i mutui Inpdap surroga devono avere per legge un importo pari al debito residuo del mutuo precedente. Il piano di ammortamento può durare 10, 15, 20, 25 o 30 anni e il tasso di interesse può essere fisso a 2,95% oppure variabile, pari all’Euribor a 6 mesi maggiorato di 200 punti base.

Surroga mutui con Inpdap: come presentare domanda

Ma come richiedere i mutui Inpdap surroga? La domanda deve essere redatta sull’apposito modulo online e inviata per via telematizzata nelle finestre temporali predispose dall’Inps, ovvero dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre.

È fondamentale che le domande di surroga siano corredate con tutta la documentazione indicata nel regolamento Mutui Inps, pena di inammissibilità dell’istanza. Ricordiamo infine che le domande di mutuo surroga sono esaminate nello stesso ordine delle altre richieste di finanziamento.