Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui Inpdap regolamento 2016: ottieni fino a €300mila

Cosa sono i mutui Inpdap 2016

Oltre ad occuparsi della previdenza dei suoi iscritti, la Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps (gestione ex Inpdap) offre a dipendenti e pensionati pubblici mutui ipotecari a tasso agevolato. Ma come presentare domanda mutui Inpdap regolamento 2016? Quali le condizioni? Vediamolo insieme.

I mutui Inps Inpdap sono rivolti esclusivamente ai pensionati pubblici e ai dipendenti pubblici in attività di servizio con contratto a tempo indeterminato. Ai fini dell’accesso al credito è necessario essere iscritti da almeno un anno alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.

I mutui sono concessi solo per le finalità previste dal Regolamento Mutui Inps, ossia:

  • acquisto, costruzione, completamento e/o ampliamento su terreno di proprietà della prima casa;
  • lavori di ristrutturazione, manutenzione, ampliamento o trasformazione della prima casa;
  • acquisto o costruzione di un box o posto auto da usare come pertinenza della casa di proprietà dell’iscritto, da cui non deve distare oltre 500 metri.

Mutui Inpdap regolamento 2016: gli importi finanziabili

Come accennato, il finanziamento viene concesso solo se l’immobile ad uso abitativo cui si fa riferimento è l’unico in possesso del richiedente e degli altri membri del suo nucleo familiare. Allo stesso tempo è necessario che la casa non rientri nella categoria catastale delle abitazioni di lusso (ai sensi del DM 2 agosto 1969, n. 1072).

La somma finanziabile varia a seconda della ragione per cui si richiede il finanziamento. In caso di acquisto o costruzione della prima casa è possibile ottenere fino a 300 mila euro.

Per le opere di ristrutturazione e manutenzione invece il limite massimo è pari al 40% del valore dell’immobile definito in sede di perizia estimativa. In ogni caso la somma non può superare i 150 mila euro. Per quanto attiene i mutui richiesti per la costruzione di box o posto auto, la normativa mutui Inpdap regolamento 2016 stabilisce un limite massimo di 75 mila euro.

La durata del finanziamento può essere di 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Il tasso di interesse può essere fisso al 2,95% o variabile, definito in base al valore dell’Euribor a 6 mesi maggiorato di 200 punti base,

Come richiedere i mutui Inpdap 2016

Come richiedere un mutuo Inps ex Inpdap? La domanda di mutuo deve essere redatta sull’apposito modulo (online disponibile nella pagina dedicata ai mutui ipotecari gestione pubblica del sito inps.it) e deve essere corredata di tutta la documentazione richiesta.

La richieste va inoltrata per via telematizzata all’interno delle finestre temporali predisposte dall’Inps, ossia dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno. Ricordiamo infine che le domande con documentazione incompleta verranno rigettate.