Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui Inpdap per dipendenti statali: importi, procedure e requisiti. Guida

Mutui Inpdap per dipendenti pubblici: a chi sono rivolti

Ogni anno la Gestione Dipendenti Pubblici dell’Inps fornisce mutui ipotecari a condizioni agevolate agli iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo credito dell’Inps). Vediamo quindi quali sono i requisiti e le condizioni previste per i mutui Inpdap per dipendenti statali.

I mutui Inps ex Inpdap possono essere concessi esclusivamente ai soggetto iscritti da almeno un anno alla Gestione unitaria, che possono vantare un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Per quanto riguarda le finalità del mutuo, sono ammesse solo quelle previste dal Regolamento per l’erogazione dei mutui ipotecari Inps, che stabilisce tre finalità e altrettanti limiti di importo finanziabile.

Mutui Inpdap dipendenti statali: le finalità previste dal regolamento

Vediamo quindi quando è possibile ottenere i mutui Inps ex Inpdap

  • Quanti richiedono un mutuo per acquisto, costruzione in proprio, completamento o ampliamento su terreno di proprietà di una casa destinata a diventare residenza dell’iscritto e del suo nucleo familiare possono ottenere fino a 300 mila euro.
  • In caso di mutui Inpdap per dipendenti statali concessi per esecuzione di lavori di manutenzione, adattamento, trasformazione o ristrutturazione della prima casa, invece, l’importo massimo finanziabile è pari al 40% del valore attribuito all’immobile in sede di perizia estimativa e comunque non superiore a 150 mila euro.
  • Troviamo poi i mutui Inpdap concessi per l’acquisto o la costruzione in proprio di un box o di un posto auto, da utilizzare come pertinenza della casa di proprietà dell’iscritto, da cui non deve distare oltre cinquecento metri. In questo caso la somma massima finanziabile è di 75 mila euro.

Come ottenere mutui per dipendenti statali: domanda e piano di rimborso

Va sottolineato che ai fini dell’accesso al credito, l’iscritto Inps ex Inpdap e gli altri componenti del suo nucleo familiare non devono risultare proprietari di nessun’altra abitazione sul territorio nazionale, fatta eccezione di alcune particolari ipotesi previste dal Regolamento.

In ogni caso il piano di ammortamento è a rate semestrali di importo costante e può avere una durata di 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Il tasso di interesse applicato può essere fisso al 2,95%, oppure variabile pari al valore dell’Euribor a 6 mesi, calcolato su 360 giorni, maggiorato di 200 punti base.

Come richiedere i mutui Inpdap per dipendenti statali? La domanda, con allegata tutta la documentazione richiesta, va inviata per via telematizzata nelle finestre temporali stabilite dall’Inps, ossia dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno. Ricordiamo infine che tutte le domande con documentazione incompleta verranno rigettate.