Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui Inpdap nuovi tassi 2016: si passa al 2,95% fisso

I mutui Inps ex Inpdap rappresentano un’opzione molto vantaggiosa per chi vuole acquistare casa o ristrutturarla. Informarsi sui mutui Inpdap nuovi tassi 2016 è fondamentale se si è iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e si ha intenzione di richiedere un mutuo di questa natura.

Mutui Inpdap: i requisiti

Prima di entrare nel vivo della trattazione riguardante mutui Inpdap nuovi tassi 2016 vediamo qualcosa sui requisiti. I mutui Inps ex Inpdap, come già affermato, possono essere richiesti da iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, sia lavoratori sia pensionati.

Nel primo caso è necessario essere titolari di un contratto a tempo indeterminato, mentre nel secondo è sufficiente un’anzianità d’iscrizione non inferiore a 1 anno.

Mutui Inpdap 2016: quanto si può chiedere?

Un altro aspetto che è bene approfondire in merito a questi piani prima di entrare nel vivo di mutui Inpdap nuovi tassi 2016 riguarda i limiti di finanziamento. Quanto si può chiedere? I limiti cambiano sulla base della finalità.

  • Mutuo per l’acquisto della prima casa d’abitazione: limite massimo richiedibile pari a 300.000€ (integrabili con ulteriori 6.000 destinati alla copertura assicurativa facoltativa).
  • Mutuo per la ristrutturazione sia ordinaria sia straordinaria di un immobile già esistente: limite massimo richiedibile pari a 150.000€, rimanendo sempre entro il 40% del valore dell’immobile.
  • Mutuo per la costruzione di un box o di un posto auto: limite massimo finanziabile pari a 75.000€.

Mutui Inpdap nuovi tassi 2016: i nuovi valori

Vediamo ora gli effettivi valori di mutui Inpdap nuovi tassi 2016. Il tasso fisso – modificato il 1° luglio 2015 – è pari al 2,95% (prima di tale data si parlava del 3,75%).

Il tasso variabile è invece calcolato sulla base dell’Euribor 6 mesi maggiorato di 200 punti e calcolato su 360 giorni.

Mutui Inps ex Inpdap: come si presenta la domanda

Ora che abbiamo dato informazioni importanti su mutui Inpdap nuovi tassi 2016 vediamo cosa fare per presentare la domanda. Le domande per l’accesso ai mutui Inps ex Inpdap devono essere presentate esclusivamente tramite via telematizzata dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre di ogni anno.

Per fare in modo che la domanda venga accettata è necessario allegare tutta la documentazione richiesta, onde evitare che venga rigettata anche se ci sono tutti i requisiti per l’accesso al finanziamento.

Tutte le domande complete e rispondenti ai requisiti vengono considerate e accettate sulla base della disponibilità della Direzione Regionale competente.

In caso di fondi non sufficienti viene stilata una graduatoria che tiene conto del reddito del richiedente e della composizione del nucleo familiare quali criteri principali. La graduatoria in questione, una volta completata, viene caricata sul sito ufficiale Inps.