Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui in crescita: quali sono i più convenienti?

Mutui in crescita: quali sono i più convenienti? Nel corso degli ultimi mesi le domande di mutuo hanno registrato un incremento, anche se sono lontani i volumi di affari degli anni passati. Siamo tornati ai livello del 2012.

Attualmente i mutui prevedono oneri inferiori rispetto a quelli dello scorso anno, una riduzione media di circa un punto percentuale. È in crescita anche il numero delle famiglie che dispongono dei requisiti reddituali per conseguire un mutuo casa.

Una parte della ripresa è il frutto della presenza delle surroghe. Visto che i prodotti presenti sul mercato prevedono costi inferiori rispetto al passato, è stato inaugurato un processo di sostituzione dei vecchi mutui, così da mutare la tipologia di tasso o la rinegoziazione dello spread.

Le surroghe sono gli interventi protagonisti del mercato in questo momento, ma è indispensabile che la ripresa riguardi anche la quota per i mutui per acquisto. Nonostante un clima ottimistico, gli istituti di credito risultano ancora prudenti nell’erogazione del credito. Il trend prevalente è improntato sulla flessibilità e la modularità. Entriamo nel merito delle offerte di mercato.

Mutui in crescita, le offerte più convenienti. Credem presenta un mutuo con un tasso di interesse del 2,10% valido fino al 30 giugno per finanziamenti variabili con durata ventennale per importi fino al 50% del valore dell’immobile. La Banca Popolare dell’Emilia Romagna presenta un mutuo con spread al 2,10% a tasso variabile o fisso. Anche la Popolare di Milano assicura un mutuo variabile con lo spread al 2,10%;.