Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui come risparmiare: i segreti per una rata più leggera

Il mutuo casa è una delle spese più importanti da affrontare per le famiglie. Un impegno gravoso che si protrae per decenni. Com’è facile intuire, il fattore risparmio è fondamentale. Quali sono le pratiche che assicurano una riduzione dei costi e una rata più leggera? Mutui come risparmiare? Ecco tutte le principali opportunità per chi intende economizzare su questo finanziamento.

Mutuo prima casa: la questione spread e Taeg

Mutui come risparmiare: spread. Lo spread è uno dei fattori decisivi per stabilire l’effettiva convenienza del mutuo. Perché? Si tratta del costo previsto dalla banca per la concessione del finanziamento. Lo spread si somma al tasso di interesse, tanto più contenuto risulterà tanto più ridotti saranno gli interessi da sostenere per il cliente.

Un’altra variabile da non sottovalutare per risparmiare è costituita dal Taeg. Questo permette di comprendere subito il costo complessivo del mutuo. Grazie al Tasso Annuo Effettivo Globale è possibile infatti conoscere il costo del mutuo incluse spese accessorie, costi di perizia e oneri di istruttoria.

Mutui come risparmiare: tasso misto e variabile con Cap

Mutui come risparmiare: le scelte ibride. I mutui a tasso misto spesso non assicurano alcun risparmio. L’indecisione può condurre i richiedenti alla scelta di un prodotto misto, una soluzione molto più insidiosa di quello che non possa sembrare a prima vista.

Il mutuo a tasso misto permette di modificare il tipo di tasso (fisso o variabile) con cadenza periodica, a seconda degli andamenti del mercato. Un’altra soluzione simile è costituita dal mutuo variabile con cap, che implica un tasso variabile ma con una soglia massima che non può essere superata.

Anche se sulla carta possono sembrare proposte allettanti, vanno considerati i costi applicati al mutuo dalla banca, che nella maggior parte dei casi sono piuttosto elevanti in virtù delle coperture richieste.

Detrazioni fiscali mutuo: come risparmiare

Va valutato infine con attenzione il capitolo delle detrazioni fiscali. Il mutuo prima casa consente di fruire di particolari agevolazioni. La maggior parte dei mutuatari può conseguire una detrazione Irpef corrispondente al 19% e relativa agli interessi passivi. La somma massima in relazione alla quale è computata è di 4mila euro annuali. Si tratta di un’opportunità limitata a chi è acquista l’abitazione principale.

Se vuoi scoprire tutte le novità e le principali opportunità di risparmio presentate dal mercato mutui, resta connesso con il nostro portale.