Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mutui casa per giovani under 35

Agevolazioni per mutui casa per giovani under 35

Gli under 35 rappresentano senza dubbio una delle fasce più svantaggiate nella nostra società, complice la crisi economica e la conseguente precarizzazione del lavoro. Sono in molti, infatti, i ragazzi che non dispongono di un contratto di lavoro fisso (lavoratori atipici, stagionali, co.co.co., co.co.co.pro. ecc.) e che sono, quindi, indicati dagli istituti di credito come soggetti “non bancabili”.

Per venire incontro alle esigenze di questa categoria di creditori, sono state introdotte delle agevolazioni sui mutui casa per giovani under 35. Attraverso un apposito fondo per l’accesso al credito, infatti, le giovani coppie e i soggetti con un figlio minore a carico possono ottenere una garanzia statale fino al 50% dell’importo del mutuo.

Come ottenere la garanzia statale mutui casa per giovani under 35

Con uno stanziamento complessivo di circa 50 milioni di euro, l’agevolazione è riservata a chi sottoscrive un mutuo per l’acquisto di un’immobile ad uso abitativo, da destinare a residenza principale. Ma quali i requisirti necessari per accedere al fondo?

Al momento della domanda di accesso al fondo è necessario avere meno di 35 anni di età e non essere proprietari di alcuna abitazione. Il richiedente deve inoltre dimostrare, attraverso l’Isee, di avere un reddito annuo inferiore a 35 mila euro, di cui non più di metà derivante da attività di lavoro dipendente a tempo indeterminato. L’importo massimo finanziabile per il mutuo è di circa 200 mila euro.

Ai fini della concessione della garanzia è necessario che anche l’immobile oggetto di mutuo soddisfi alcuni requisiti. Questo deve infatti avere una superficie inferiore a 90 metri quadrati e non deve rientrare nella categoria delle abitazioni di lusso.

Mutui prima casa under 35: sospensione mutuo e tassi agevolati

Per i mutuatari che hanno difficoltà nel rimborso delle rate è prevista un’ulteriore agevolazione, ossia la possibilità di sospendere il mutuo per un periodo massimo di 12 mesi. Se le difficoltà economiche del soggetti si protraggono nel tempo, comportando un’insolvenza nel pagamento delle rate, la banca verrà rimborsata dal Fondo di garanzia.

È bene precisare che le giovani coppie che sottoscrivono un mutuo prima casa possono ottenere anche condizioni di rimborso particolarmente convenienti. In linea di massima, infatti, gli under 35 ottengono uno spread più basso di circa lo 0,5% rispetto ai quelli applicati ai mutui tradizionali.

Alcuni mutui agevolati, inoltre, non prevedono che il dipendente sostenga ulteriori costi, quali gli oneri relativi alla perizia e alle spese d’istruttoria della pratica. Per rimanere sempre aggiornati sulle agevolazioni per i mutui prima casa e sulle novità inerenti il settore dei finanziamenti, vi invitiamo a seguire il nostro portale.