Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Mobilità ordinaria Inps

Mobilità ordinaria Inps 2014: cos’è cambiato dopo la legge Fornero?

La mobilità ordinaria Inps è una forma di ammortizzatore sociale volta a sostenere i lavoratori licenziati collettivamente a causa della crisi economica. La prestazione, modificata con l’entrata in vigore della Legge di Stabilità del 2012, ha introdotto un sistema alternativo per la protezione e il sostegno dei lavoratori che perdono involontariamente il posto di lavoro. Si tratta delle indennità ASpI e mini ASpI 2014.

In altre parole la Riforma degli Ammortizzatori Sociali, che fa parte della Legge Fornero, ha previsto a partire dal 1 gennaio 2017, l’abrogazione dei seguenti trattamenti:

  • indennità speciale di disoccupazione per l’edilizia
  • disoccupazione per l’edilizia
  • indennità di mobilità ordinaria.

Mobilità ordinaria Inps 2014: chi può accedere a AspI e mini Aspi?

A partire dal 2013, anno di entrata a regime dei nuovi ammortizzatori sociali, fino alla fine del 2016 per è prevista l’applicazione di una norma transitoria relativa alla mobilità ordinaria. Nel 2017 è infatti prevista l’abrogazione definitiva della mobilità ordinaria, come definito dagli articoli da 6 a 9 della Legge 223 /1991, che disciplinano l’indennità di mobilità, il collocamento dei lavoratori in mobilità, l’inserimento e la cancellazione dei lavoratori dalle liste di mobilità.

I lavoratori licenziati dal 31 dicembre 2016 in poi non potranno quindi essere collocati in mobilità ordinaria, ma potranno beneficiare, a fronte di specifici requisiti, dell’indennità di disoccupazione ASpI o della mini AspI.