Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Inps Inpdap prestito pluriennale diretto: come ottenerlo

Inpdap prestito pluriennale diretto regolamento e requisiti

Ogni anno l’Inps eroga prestiti a condizioni agevolate in favore di dipendenti e pensionati afferenti alla Gestione Dipendenti Pubblici, in cui sono confluite tutte le pratiche ex Inpdap. Tra i finanziamenti ex Inpdap troviamo i prestiti pluriennali, che si dividono in diretti e garantiti a seconda che siano erogati dall’Inps o da banche convenzionate. Inps Inpdap prestito pluriennale diretto: come ottenerlo?

Mentre per i presiti pluriennali garantiti è prevista solo una convenzione tra l’Inps e vari istituti di credito che garantisce l’applicazione di un tasso di interesse agevolato, i prestiti diretti sono soggetti al Regolamento Prestiti Inps e sono concessi solo a fronte di documentate necessità familiari o personali previste dal Regolamento.

Finanziati dalla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo credito dell’Inps) i prestiti pluriennali sono rivolti esclusivamente ai dipendenti e pensionati pubblici che possono vantare almeno quattro anni di anzianità di servizio utile alla pensione.

Necessario anche un versamento contributivo alla suddetta Gestione di almeno quattro anni. Per gli iscritti in servizio è richiesta, ai fini dell’accesso al credito, la presenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Inps ex Inpdap prestito pluriennale diretto: condizioni e tasso di interesse

Il tasso di interesse Inps Inpdap prestito pluriennale diretto è del 3,50% e il finanziamento può avere durata quinquennale o decennale. Il rimborso del credito avviene tramite un piano di ammortamento a rate mensili, decurtate direttamente dalla busta paga o dalla pensione del beneficiario.

In ogni caso l’importo della rata non può superare la quinta parte dello stipendio o pensione percepita dal beneficiario al netto delle tasse. Il pagamento delle rate ha inizio il secondo mese successivo a quello di concessione del prestito.

Oltre al tasso di interesse, sull’importo lordo del prestito si applicano un’aliquota per le spese di amministrazione pari allo 0,5% e una quota per  il Fondo rischi Inps, definita in base all’età del richiedente e alla durata del finanziamento.

Inpdap prestito pluriennale diretto: come presentare domanda

La richiesta Inps Inpdap prestito pluriennale diretto va inviata per via telematizzata entro un anno dall’evento per cui si richiede il finanziamento o dalla relativa documentazione di spesa. La domanda, redatta sull’apposito modulo (disponibile nella sezione Modulistica del sito inps.it), deve inoltre essere corredata di tutta la documentazione indicata nel Regolamento Presiti Inps.

I dipendenti pubblici in attività di servizio devono presentare la domanda di prestito per il tramite dell’amministrazione di appartenenza, mentre i pensionati iscritti possono provvedere all’invio della richiesta autonomamente tramite l’Area riservata del portale Inps. Per accedere all’Area riservata è necessario essere in possesso del codice Pin dispositivo, che può essere richiesto presso qualunque sede Inps.