Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Credito a tasso agevolato? Sì, con i prestiti pluriennali Inps gestione ex Inpdap

I prestiti pluriennali

In caso di imprevisti di natura personale o familiare può essere necessario richiedere l’accesso al credito. In questi casi Inps gestione ex Inpdap prestiti pluriennali costituiscono un’alternativa molto valida.

Quali sono i requisiti per l’accesso a Inps gestione ex Inpdap prestiti pluriennali? Per accedere a queste prestazioni economiche – disponibili sia per i lavoratori sia per i pensionati – è necessario essere iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.

L’altro requisito vincolante è un’anzianità d’iscrizione superiore a un anno (è valido sia per i pensionati, sia per i soggetti in attività di servizio).

Tassi e spese

I prestiti pluriennali Inps gestione ex Inpdap sono caratterizzati da un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 3,50%. Gli iscritti intenzionati a richiederli devono considerare anche la presenza di spese amministrative pari allo 0,50% e di un contributo Fondo Rischi.

A quanto ammonta questa voce di spesa? La risposta a questa domanda varia sulla base dell’età del beneficiario del prestito al momento di inizio e alla fine del piano di ammortamento. Per conoscere tutte le aliquote previste per il Fondo Rischi dell’Inps è possibile consultare la relativa tabella, allegata alla fine del Regolamento Prestiti Inps (disponibile sul sito ufficiale dell’Inps).

Durata e somme finanziabili

Inps ex Inpdap prestiti pluriennali consentono agli utenti di scegliere un piano di rimborso della durata compresa tra i 60 e i 120 mesi. I pagamenti sono a cadenza mensile e le rate vengono decurtate direttamente dalla busta paga o dalla pensione del richiedente.

Gli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali possono accedere a queste prestazioni economiche per motivazioni che, come abbiamo già ricordato, possono essere di diverso tipo e comprendere la ristrutturazione della casa, il matrimonio dell’iscritto o di un suo figlio, le spese legali in caso di divorzio, la necessità di acquistare un ausilio di natura medica od ortopedica.

La somma massima finanziabile varia a seconda della ragione per cui si richiede il prestito, in base a quanto stabilito dal Regolamento Prestiti Inps. Allo stesso modo, la durata del piano di ammortamento varia, anch’essa, a seconda della finalità del prestito.

Per fare un esempio. Se si richiede un prestito pluriennale Inps gestione ex Inpdap per l’acquisto o la costruzione della prima casa, la somma massima finanziabile è pari a 150 mila euro. Se invece la finalità prevista è l’acquisto di un’auto, la somma scende a 20 mila euro. In ogni caso, il tasso è fisso al 3,5%.

Come richiedere il prestito

Come si richiedono Inps ex Inpdap prestiti pluriennali? Facendo attenzione alla presenza di documenti quali lo stato di famiglia e le fatture relative alle spese successive all’evento che ha portato alla richiesta del prestito pluriennale (le spese devono essere effettuate entro un anno dal verificarsi dell’evento).

In caso di motivazioni non inerenti la salute, l’iscritto intenzionato ad accedere al prestito deve presentare anche un certificato medico di buona salute. Quando si parla di prestiti pluriennali diretti Inps ex Inpdap – ricordiamo che la cifra massima richiedibile varia sulla base della finalità del finanziamento – è fondamentale discutere anche della possibilità di rinnovare il prestito.

Rinnovo ed estinzione anticipata

Il prestito pluriennale Inps ex Inpdap può essere rinnovato dopo due anni dall’inizio del piano di ammortamento in caso di durata complessivo pari a cinque anni e dopo quattro se invece si parla di prestiti decennali.

È consentita inoltre l’estinzione anticipata del prestito che può avvenire in qualsiasi momento, con versamento del debito residuo. In tal caso al richiedente verrà rimborsata la quota del Fondo Rischi per il periodo di abbreviazione della garanzia.

Concludiamo ricordando che il prestito in questione può essere richiesto più volte per la medesima finalità e che due coniugi entrambi iscritti alla Gestione hanno la facoltà di richiedere il prestito due volte nel corso del medesimo anno di validità.