Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Inps ex Inpdap Piccolo prestito

Inps ex Inpdap Piccolo prestito e gli altri finanziamenti

La Gestione Dipendenti Pubblici Inps, struttura in cui sono confluiti i servizi ex Inpdap, propone linee di credito molto competitive destinate a dipendenti e pensionati pubblici. I finanziamenti si articolano in due categorie: i prodotti forniti dall’ente previdenziale e quelli concessi invece da istituti bancari accreditati.

I finanziamenti diretti sono due: Piccolo prestito e Prestito pluriennale diretto (di quest’ultimo esiste la variante “garantito”, l’erogazione è però gestita da banche o finanziarie). Le risorse necessarie a soddisfare la domanda finanziamenti sono reperite da uno specifico Fondo credito Inps, la Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.

Il Piccolo prestito permette di conseguire liquidità senza dover fornire alcuna motivazione o documentazione di spesa, il beneficiario può spendere liberamente le risorse accordate dall’Inps.

L’erogazione varia a seconda del profilo del richiedente e dal periodo di rimborso, si va comunque da un minimo di una mensilità netta (stipendio o pensione) fino a otto. Il piano di rimborso, invece, varia da 12 a 48 mensilità. A fruire di questo prodotto sono dipendenti e pensionati pubblici afferenti alla Gestione unitaria.

Inps ex Inpdap Piccolo prestito: tassi di interesse

Per quanto riguarda il tasso di interesse applicato, abbiamo un Tan del 4,25%, che va a sommarsi agli oneri amministrativi, corrispondenti allo 0,50%, e premio fondo rischi. Una volta accordata la linea di credito, la liquidità è fornita al cliente in contanti presso la banca cassiera Inps oppure mediante bonifico su conto corrente postale o bancario.

Qualora si determini la scomparsa del beneficiario o la sua invalidità assoluta o permanente (per causa di servizio), non è disposto il recupero dei crediti vantati dall’Inps.

Come richiedere il Piccolo prestito?

Le procedure variano in base allo status dell’utente. Se questo è un dipendente in servizio, la domanda dovrà essere fornita alla Amministrazione competente, che si farà carico di inviarla in forma telematizzata. Nel caso invece di pensionati, le richieste vanno inoltrate direttamente via Web grazie alla funzione “Domande Web Piccoli Prestiti ai Pensionati” del portale ufficiale Inps (inps.it).

Prestiti Inpdap pluriennali diretti e garantiti

Se le necessità economiche sono più importanti e/o l’utente ha bisogno di un periodo di rimborso più esteso, può richiedere i Prestiti pluriennali diretti o garantiti. In questo caso il piano di ammortamento è quinquennale o decennale.

Il tasso è del 3,50% per i pluriennali diretti (sono da computare spese amministrative pari allo 0,50% e premio fondo rischi), mentre i pluriennali garantiti sono erogati da banche e finanziarie accreditate presso l’Istituto che decidono tassi e condizioni.