Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Inpdap mutuo prima casa tasso fisso

Inpdap mutuo prima casa tasso fisso: requisiti

Il decreto Salva Italia varato dal Governo Monti ha definito la soppressione dell’Inpdap in favore dell’Inps. Per amministrare le pratiche relative ai dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione, l’Inps ha istituto un apposito ufficio, che prende il nome di Gestione Dipendenti Pubblici.

Tra le varie prestazioni di competenza della Gestione, troviamo i mutui Inpdap, finanziamenti concessi dalla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali (fondo credito dell’Inps) per l’acquisto della prima casa (tra cui inpdap mutuo prima casa tasso fisso),

I mutui ipotecari Inpdap possono essere concessi solo ai pensionati e ai dipendenti assunti con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Possono accedere mutui Inpdap prima casa solo gli iscritti al fondo credito dell’Inps da almeno tre anni.

Ai fini dell’accesso al credito, è necessario inoltre che né il richiedente né gli altri componenti del suo nucleo familiare risultino proprietari di un’altra abitazione sita nel territorio nazionale. Fanno tuttavia eccezione alcune ipotesi contemplate dal regolamento mutui Inpdap, quali ad esempio il possesso di quote immobiliari in misura inferiore al 33%, o la proprietà di una casa assegnata al coniuge separato.

Inpdap mutuo prima casa dipendenti statali: condizioni contrattuali

I mutui Inpdap prima casa permettono di accedere a somme fino a 300 mila euro, rimborsabili con un piano di ammortamento di 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Il tasso di interesse applicato può essere sia fisso che variabile. Scegliendo un mutuo Inpdap a tasso fisso, il tan è pari al 3,75% dell’importo lordo del finanziamento.

Il rimborso delle rate avviene tramite MAV, bancari o postali, precompilati che l’Istituto invia all’iscritto. In caso di mancata ricezione i soggetti in possesso di PIN “on line” possono visualizzare e stampare il MAV accedendo nell’Area riservata del sito Inps. Chi non ha il Pin può comunque richiedere il MAV non ricevuto alla Direzione Provinciale INPS Gestione Dipendenti Pubblici di competenza.

Inpdap mutuo prima casa regolamento: richiesta e graduatorie

Come richiedere i mutui Inpdap? La domanda di finanziamento, corredata di tutta la documentazione richiesta, va inviata per via telematizzata. L’invio delle istanze può avvenire esclusivamente nelle finestre temporali predisposte dall’istituto, ovvero dal dal 1° al 10 gennaio, dal 1° al 10 maggio e dal 1° al 10 settembre.

Ricordiamo infine che le richieste con documentazione incompleta saranno rigettate. Le richieste di credito che abbiano tutti i requisiti previsti dal regolamento mutui Inpdap, sono invece accolte. Nel caso in cui il budget stanziato non sia sufficiente a soddisfare la totalità delle domande ricevute, ciascun Ufficio Provinciale e Territoriale dell’Inps provvederà a formare una graduatoria, sulla base dei criteri indicati nel regolamento(art. 13).