Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

I vantaggi del finanziamento piccolo prestito Inpdap 2020

Come funziona il piccolo prestito Inpdap 2020

L’acquisto di un’auto, la ristrutturazione di una casa, il finanziamento di un percorso di studi. Queste sono solo alcune delle ragioni che spingono gli italiani a sottoscrivere finanziamenti ipotecari e prestiti personali. Linee di credito che possono risultare molto costose, a causa degli elevati tassi di interesse associati. Ci sono però prodotti che fanno eccezione, uno di questi è il finanziamento piccolo prestito Inpdap.

Si tratta di un finanziamento dedicato esclusivamente a dipendenti e pensionati pubblici. Viene erogato dall’Inps, tramite un apposito Fondo Credito (la Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali). La somma finanziabile viene definita in base allo stipendio o pensione mensile percepita dal richiedente.

Nello specifico, per ogni anno di durata del finanziamento viene erogata una somma pari a una o due mensilità di stipendio o pensione, al netto delle tasse. I prestiti che prevedono l’erogazione di due mensilità per ogni anno di durata sono detti in doppia mensilità.

Ai fini dell’accesso al credito è sempre necessaria l’iscrizione alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Possono ottenere i prestiti in doppia mensilità solo i dipendenti o pensionati pubblici che non hanno in corso altri finanziamenti.

Tasso di interesse e spese Inpdap piccolo prestito

La durata del piano di ammortamento può andare dai 12 ai 48 mesi. Di conseguenza, la somma massima di un finanziamento piccolo prestito Inpdap è di 8 mensilità di stipendio o pensione percepite dal richiedente. Le rate hanno cadenza mensile.

Il tasso di interesse è fisso al 4,25%. A questo si aggiungono le spese di amministrazione e i costi per il pagamento del Fondo Rischi Inps. Le prime sono calcolate con l’applicazione di un’aliquota dello 0,5%, mentre il premio Fondo Rischi è definito con un’aliquota variabile a seconda dell’età del richiedente e della durata del finanziamento.

Tutte le aliquote applicate al Fondo Rischi dei prestiti Inps sono indicate nella tabella presente alla fine del Regolamento Prestiti Inps. Tale regolamento può essere consultato e scaricato tramite il sito inps.it oppure direttamente attraverso il nostro approfondimento.