Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Finanziamenti con busta paga: quali sono i prodotti migliori del momento

I finanziamenti con busta paga sono prodotti di accesso al credito che prevedono come principale garanzia di solvibilità la presentazione di uno stipendio fisso mensile, frutto di un rapporto di lavoro dipendente. Si tratta di soluzioni considerate con particolare favore da banche e società finanziarie.

Finanziamenti per chi ha una busta paga: la cessione del quinto

Uno dei primi prodotti che vengono in mente quando si discute di finanziamenti con busta paga è la cessione del quinto.

Questo prestito non finalizzato prevede uno schema di rimborso molto semplice, basato sulla decurtazione a monte della quinta parte dello stipendio mensile del lavoratore. In questo modo non si ha più la necessità di tenere a mente la scadenza del rimborso.

Cessione del quinto: cosa sapere su durata e tasso

La cessione del quinto dello stipendio, riferimento primario tra i finanziamenti con busta paga, può durare massimo 120 mesi. Il tasso, inferiore alla soglia legale media rilevata trimestralmente dal Ministero del Tesoro, è fisso per tutta la durata del piano di ammortamento.

Meritevole di un cenno è anche un’altra peculiarità di questo prodotto, ossia l’accessibilità anche in caso d’iscrizione alla Crif come cattivo pagatore o protestato. La cessione del quinto dello stipendio – così come quella della pensione – viene infatti erogata senza un controllo delle banche dati.

Altri prestiti personali: le soluzioni più interessanti

La cessione del quinto non è l’unica soluzione da considerare quando si approfondiscono le caratteristiche dei finanziamenti con busta paga. Esistono anche tante altre alternative che non si basano sulla cessione a monte del 20% dello stipendio.

Tra queste è possibile ricordare prestiti personali come quelli messi a disposizione da Findomestic. Questa società finanziaria consente, previa richiesta presentabile direttamente online, di accedere a prestiti finalizzati e non. La cifra massima richiedibile è pari a 60.000€ e la durata del piano di ammortamento non può superare i 120 mesi.

Grazie al vantaggio della firma digitale, la richiesta può essere completata in pochi minuti, con la sicurezza di ricevere una risposta sulla fattibilità dell’operazione entro massimo 48 ore.

Finanziamenti alle Poste: ecco cosa sapere

Nel novero dei finanziamenti con busta paga più interessanti sono presenti anche i prodotti del gruppo Poste Italiane. Anche in questo caso le finalità sono disparate e vanno dal prestito personale al mutuo per l’acquisto e la ristrutturazione della casa. Per capire come funzionano è utile analizzare almeno una soluzione. Scegliamo quella base, ossia il Prestito BancoPosta.

Questo prodotto consente di accedere a una cifra compresa tra i 3.000 e i 30.000€. Il piano di ammortamento, invece, può durare dai 12 agli 84 mesi. Per richiedere questo prestito non finalizzato è necessario presentarsi presso qualsiasi ufficio postale sul territorio italiano muniti di carta d’identità in corso di validità, documento di reddito, tesserino del codice fiscale.