Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Finanziamenti agevolati per i giovani: ecco le soluzioni migliori

I finanziamenti agevolati per i giovani sono soluzioni che permettono di accedere al credito per realizzare diversi progetti. Scegliere il migliore è impossibile, per il semplice fatto che, come appena ricordato, sono tante le finalità possibili.

Nuove Imprese a Tasso Zero: come funzionano i finanziamenti per le imprese

I finanziamenti agevolati per i giovani comprendono soluzioni come Nuove Imprese a Tasso Zero. Questo bando di Invitalia, che è stato aperto ufficialmente lo scorso 13 gennaio, permette ai giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni di accedere al credito per finanziarie imprese costituite sotto forma di società da non più di 12 mesi.

Il contributo di Invitalia, come è chiaro dal nome stesso del bando, è un finanziamento a tasso zero che può durare massimo 8 anni e contribuire a finanziare il 75% delle spese iniziali dell’attività d’impresa.

Fondo di Garanzia: informazioni tecniche sui mutui agevolati

Nel novero dei finanziamenti agevolati per i giovani è possibile comprendere anche il Fondo di Garanzia per la Prima Casa.

Di cosa si tratta? Di una misura ministeriale che si rivolge agli under 35, titolari di contratti di lavoro non necessariamente a tempo indeterminato, intenzionati ad acquistare la prima casa d’abitazione.

Il beneficio consiste in una garanzia statale a copertura del 50% della quota capitale dell’immobile. Affinché la richiesta di accesso al Fondo venga accolta, è necessario che il suddetto immobile abbia un valore inferiore ai 250.000€ e che non sia annoverato nelle categorie catastali A1, A8 e A9.

Beneficiari del Fondo di Garanzia: ecco chi sono

I beneficiari del Fondo di Garanzia per la Prima Casa, uno dei principali punti di riferimento quando si discute di finanziamenti agevolati per i giovani, sono principalmente gli under 35 titolari di un contratto di lavoro atipico.

Possono accedere al Fondo anche le coppie conviventi more uxorio da almeno due anni, a patto che uno dei due membri abbia meno di 35 anni.

Tra i beneficiari rientrano anche i conduttori di alloggi popolari e i nuclei familiari monogenitoriali con figli minorenni a carico.

Prestito d’onore: informazioni generali

Anche il prestito d’onore fa parte dei finanziamenti agevolati per i giovani. Regolamento dalla Legge 185 del 21 aprile 2000, consente agli under 35 di accedere al credito per aprire un’impresa o un’attività come liberi professionisti.

La peculiarità di questo prestito è la sua struttura: il 50% della cifra viene erogato tramite prestito a fondo perduto, mentre la restante metà con un tasso agevolato inferiore del 30% rispetto a quello in vigore al momento dell’accesso alle agevolazioni.

Il prestito d’onore non può durare meno di cinque anni. Le regole prevedono che il beneficiario dei finanziamenti, ossia il titolare dell’impresa, sia coinvolto attivamente nel processo di avvio dell’attività.