Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Estinzione prestito con restituzione costi: arriva la conferma dalla Banca d’Italia

Bankitalia: rimborso dei costi in caso di estinzione anticipata prestito

In caso di estinzione prestito anticipata, al beneficiario va rimborsata una quota dei costi sostenuti per l’intera durata del finanziamento. Lo ha chiarito poche settimane fa la Banca d’Italia. Una conferma che arriva a seguito di una sentenza della Corte di giustizia europea.

La sentenza numero 383 dell’11 settembre 2019, la Corte ha specificato che nell’eventualità di estinzione anticipata del prestito, la direttiva 2008/48/CE prevede una contrazione di tutti i costi. La direttiva in questione è quella che regola la concessione di prestiti ai consumatori, come i prestiti personali, i prestiti finalizzati, la cessione del quinto dello stipendio e della pensione, i prestiti con delega di pagamento.

La comunicazione della Banca d’Italia, datata il 4 dicembre 2019, ha segnato un cambio di rotta per la banca centrale. In passato i suoi pareri non erano in questa direzione, ma ora la Banca ha chiarito che se il cliente esercita il proprio diritto di estinzione prestito anticipata, a questo spetta la riduzione dei costi legati al finanziamento.

Di conseguenza, il consumatore che ha già pagato tali spese nella misura prevista per l’intera durata del piano di ammortamento ha diritto ad un rimborso.

Restituzione dei costi per chi scegliere di estinguere finanziamento in anticipo

Chi può ottenere il rimborso dei costi in seguito all’estinzione prestito? Tutto coloro che hanno sottoscritto un finanziamento e lo hanno estinto anticipatamente. Lo precisa una nota del Movimento consumatori, altro ente che si è occupato della questione negli ultimi mesi.

Il Movimento ha precisato che tutti i consumatori che si trovano in questa situazione hanno diritto non solo ad una riduzione dei costi connessi alla durata del finanziamento (come interessi e premi assicurativi), ma anche delle spese di istruttoria e delle commissioni di intermediazione.

Somme che andrebbero rimborsate al cliente in misura proporzionale alla riduzione del piano di ammortamento dovuta all’estinzione anticipata del prestito.