Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Novità detrazione prestiti personali: con il Bonus Casa 2019 sconto del 50% sull’Irpef

Detrazione fiscale prestiti per interventi di ristrutturazione

Sempre più italiani ricorrono a prestiti personali per realizzare i loro progetti. Una tesi confermata da diversi studi di settore, nonché dalle rilevazioni condotte dal CRIF. Dato che buona parte dei finanziamenti richiesti sono finalizzati a finanziare spese legate alla casa, le possibilità di detrazione prestiti personali rappresentano un vantaggio per una vasta platea di debitori.

Negli ultimi tempi infatti sono state messe a punto diverse misure che consentono di portare in detrazione le spese sostenute per i prestiti finalizzati a interventi quali ristrutturazioni, acquisto mobili ed efficientamento energetico. Un’agevolazione che va a tutto vantaggio del titolare del finanziamento, poiché alleggerisce il peso dello stesso. Ma quali sono le agevolazioni previste per il 2019? Passiamo in rassegna le più interessanti.

Come funziona il Bonus Casa 2019 e chi può ottenerlo

Una delle migliori opportunità per portare in detrazione prestiti personali è rappresentata dal Bonus Casa 2019, strumento studiato per venire incontro alle esigenze di quanti hanno in programma interventi di miglioramento per la propria casa. L’agevolazione dà diritto ad un’importante decurtazione sul versamento dell’Irpef.

La detrazione è corrisposta nella misura del 50% delle somme spese per la ristrutturazione della casa, fino ad un massimo di 96 mila euro per ogni richiedente. Come accade per altre agevolazioni fiscali, la detrazione Irpef è spalmata nell’arco di 10 anni.

Dobbiamo sottolineare poi che non tutti gli interventi di ristrutturazione consentono di beneficiare del Bonus Casa 2019. Sono ammessi solo coloro che migliorano la propria casa attraverso opere di manutenzione superiore o interventi di manutenzione straordinaria.

Per fare un esempio, sarà quindi possibile ottenere il bonus per interventi che riguardano l’impiantistica o la planimetria della casa. In caso di interventi sull’impiantistica sono ammesse al bonus anche tutte le spese che il richiedente ha sostenuto per la messa in opera dei nuovi impianti.

Rientrano tra le spese per cui è possibile beneficiare della detrazione prestiti personali anche i lavori per la messa in sicurezza della casa, nonché quelli legati all’abbattimento delle barriere architettoniche. Per beneficiare del bonus è necessario in ogni caso presentare la documentazione relativa al progetto.