Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Cos’è la salvaguardia pensioni 2014 Inps?

A chi spetta la salvaguardia pensioni 2014 Inps?

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha finalmente pubblicato la Circolare numero 27/2014 che riporta le modalità per presentazione delle domande per ottenere i benefici relativi alla sesta salvaguardia delle pensioni, prevista dalla legge 147/2014. La salvaguardia prevede infatti l’allungamento di un anno, del periodo previsto per accedere al pensionamento.

Possono accedere alla salvaguardia i lavoratori cessati a seguito di accordi collettivi o individuali con il datore di lavoro e quelli che nel 2011 hanno fruito dei permessi, o dei congedi, per l’assistenza di parenti disabili. Hanno diritto alla sesta salvaguardia anche i lavoratori subordinati assunti con contratto a tempo indeterminato, che sono stati licenziati tra il 1° gennaio 2007 e il 31 dicembre 2011. Ma vediamo quali sono i requisiti necessari per accedere alla salvaguardia, caso per caso.

Salvaguardia pensioni 2014 Inps: requisiti necessari per accedere

La salvaguardia è valida per i lavoratori dipendenti che hanno cessato il rapporto di lavoro prima del 30 giugno 2012, a causa di accordi individuali sottoscritti ai sensi degli articoli 410, 411 e 412-ter del codice di procedura civile, ossia con l’applicazione di accordi collettivi di incentivo all’esodo.

Per i lavoratori il cui rapporto di lavoro si è risolto dopo il 30 giugno 2012 e prima del 31 dicembre 2012 per accordi individuali, rientranti nelle stesse categorie previste per i rapporti conclusi prima del primo luglio 2012. Hanno diritto alla salvaguardia inoltre i lavoratori che sono stati licenziati, nel periodo compreso tra gennaio 2007 e il 31 dicembre 2011, anche se successivamente hanno svolto attività lavorative non riconducibili a rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato.

Possono accedere alla salvaguardia anche i lavoratori che nel 2011 risultavano essere in congedo, ai sensi dell’articolo 42 del Decreto Legislativo n. 151/2001 e successive modificazioni, e quanti hanno fruito di permessi previsti dalla Legge n. 104/1992.

Troviamo infine tra i beneficiari della salvaguardi i lavoratori con contratto a tempo determinato, che hanno perso il posto di lavoro tra il primo gennaio 2007 e il 31 dicembre 2011, che non sono più riusciti a trovare un lavoro a tempo indeterminato.

Salvaguardia pensioni 2014 Inps: come inviare la domanda?

I lavoratori che rientrano in queste categorie possono accedere ai benefici della sesta salvaguardia della pensione, presentando domanda alla Direzione Territoriale del Lavoro competente, ossia quella operante nella zona di residenza del lavoratore.

Nel caso in cui il richiedente abbia sottoscritto degli accordi stipulati ai sensi degli articoli 410, 411 e 412-ter CPC, l’istanza deve essere presentata all’ufficio del Lavoro presso il quale sono stati sottoscritti tali accordi. Le domande possono essere trasmesse agli uffici competenti attraverso l’indirizzo PEC o tramite raccomandata con avviso di ricevimento.