Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Contributivo donne news: novità dell’Esecutivo Renzi

Contributivo donne news: quali sono le alternative?

Cerchiamo di comprendere quali sono le maggiori novità in merito alla questione della pensione anticipata 2014 e l’opzione contributivo donne. L’Esecutivo Renzi sta infatti lavorando alla proroga dell’opzione donna e alla possibilità di prepensionamento mediante il prestito Inps che offrirebbe ai lavoratori precoci e usuranti di andare in pensione senza considerare la legge Fornero. Ma passiamo in rassegna, con ordine, le ultime novità.

L’opzione contributivo donna è un sistema che consentirebbe alle lavoratrici di andare in pensione con criteri più favorevoli rispetto a quelli in vigore prima del 2008 (57 o 58 anni di età e 35 anni di contributi). I tempi a disposizione sono molto contenuti, dato che questa opzione è già scaduta a maggio per le lavoratrici autonome, mentre le altre hanno come scadenza il mese di dicembre.

Pensioni contributivo donne news: un risparmio da 1,1 miliardi

Grazie alle ultime novità considerate in rapporto al contributivo donne news, le casse pubbliche andrebbero a risparmiare circa 1,1 miliardi di euro. L’opzione del prestito Inps, in più di una istanza ripresa dal ministro Giuliano Poletti, potrebbe invece costituire una valida soluzione per fronteggiare i prepensionamenti.

L’assegno pensionistico anticipato (APA) sarebbe una risorsa da sfruttare per quanti risultano prossimi alla pensione. Il pensionato andrebbe a restituire il credito fornito mediante una decurtazione mensile di importo minimo.

C’è da considerare infine la possibilità di pensione anticipata per i lavoratori precoci e per quanti hanno svolto lavori usuranti. Ipotesi presentata dal ministro del Lavoro Damiano.