Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Contributi per regolarizzare badanti

Contributi per regolarizzare badanti. Al momento sono 131 le persone che hanno scelto di fruire del progetto “Home care premium”. È quanto emerso dal recente intervento dell’assessore ai Servizi sociali del Comune di Rovigo Antonio Saccardin, che ha reso noti i risultati dell’iniziativa. Il progetto è curato dall’Inps gestione ex Inpdap teso alla promozione dell’assistenza domiciliare per i non autosufficienti.

Contributi per regolarizzare badanti, chi può fruirne? Possono goderne gli utenti della gestione ex Inpdap, ovvero i dipendenti e pensionati pubblici, i loro coniugi conviventi e familiari di primo grado (genitori e figli), non autosufficienti.

Il beneficio è concesso a giovani minori, figli o orfani di dipendenti o pensionati assistiti dalla gestione ex Inpdap, in condizione di handicap.
Il Comune di Rovigo ha inaugurato il progetto nel mese di settembre 2013, ma sono coinvolti tutti i Comuni del distretto n.1 dell’Ulss 18. La conclusione è prevista per il mese di novembre 2014.

Il progetto nasce con l’intento di sostenere e definire interventi diretti assistenziali in denaro ma anche di supportare la comunità degli utenti nell’affrontare, risolvere e gestire le difficoltà connesse alla status di non auto sufficienza proprio o dei propri familiari.

I contributi erogati permettono di far fronte alle spese delle badanti che devono risultare iscritte all’albo del Comune. Il 65,3% degli aventi diritto, riceve più di 500 euro al mese.
“Grazie a questo progetto – ha dichiarato Saccardin – molte famiglie hanno regolarizzato le badanti e altre gli hanno dato lavoro. Inoltre, una percentuale viene data come premio al Comune e i circa 25 mila euro ricevuti sono serviti, in parte, per finanziare il Servizio civile di giovani che vanno in appoggio alle 101 famiglie in carico”.