Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Conti Inps: non è possibile compiere tagli ulteriori

Conti Inps: non è possibile compiere tagli ulteriori. L’Inps sta vivendo una situazione molto complessa, non vi sono margini per contrarre la spesa e il personale senza perciò gravare sui livelli di servizio per il cittadino.

È una conclusione cui giunge il documento inoltrato dal commissario straordinario Vittorio Conti alla commissione parlamentare di contro sugli eventi previdenziali. Mediante l’attuazione delle norme inerenti la spending review, dal 2012 l’Inps ha contratto le spese di funzionamento per oltre 500 milioni di euro “strutturali da riversare annualmente in entrata al bilancio dello Stato”.

Oltre tale soglia non è possibile spingerci, anche perché è previsto un taglio dei dirigenti del 20% e del 10% in merito al personale non dirigenziale. Il potenziale rischio è il collasso dell’intero sistema.

L’Istituto ha chiarito questa posizione sui conti Inps: “L’Inps – è riportato nel documento citato – si colloca in un contesto particolarmente complesso e mutevole, richiedendo ulteriori spinte di trasformazione organizzativa e tecnologica per il conseguimento del proprio mandato. In un tale scenario, il Piano Industriale rappresenta un quadro organico di azioni di sviluppo che sono state individuate per realizzare il raggiungimento degli obiettivi strategici”.

Gli obiettivi sono costituiti dal mantenimento degli elevati standard di qualità, garantendo continuità e funzionalità nell’azione amministrativa, cui si aggiungono la diffusione della cultura previdenziale e contribuzione e la valorizzazione delle specializzazioni e del capitale umano, quale risorsa principale e punto di riferimento tra la Struttura e i beneficiari dei servizi offerti.