Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come trovare il miglior prestito online e risparmiare

Oggi abbiamo la fortuna di poter richiedere prestiti in pochi minuti, grazie alle informazioni contenute nei comparatori e alle realtà creditizie che permettono di usufruire dei vantaggi della firma digitale. Per questo è importantissimo capire come trovare il miglior prestito online.

Prestiti online: come scegliere senza sbagliare

Come trovare il miglior prestito online? Il primo passo al proposito consiste nell’individuare la finalità. Le banche e le società finanziarie consentono infatti di accedere al credito con lo scopo di acquistare a rate un determinato bene.

Se si ha intenzione di richiedere una cifra bassa è consigliabile anche il prestito non finalizzato, che consente di gestire la cifra in maniera libera, senza dover presentare alcun giustificativo di spesa.

Prestito: quale scegliere in base al proprio lavoro

Per chi vuole capire come trovare il miglior prestito online è importante prendere in considerazione anche il tipo di lavoro svolto. Per quale motivo? Perché da questo fattore può dipendere la possibilità di accedere o meno a un prodotto finanziario.

Un ottimo esempio al proposito sono i prestiti contro cessione del quinto dello stipendio o della pensione, che possono essere richiesti solo da dipendenti pubblici o privati a tempo indeterminato o da pensionati (non valgono le pensioni sociali, gli assegni di sostegno al reddito, gli assegni versati mensilmente per l’assistenza a pensionati invalidi).

I vantaggi della cessione del quinto

Quando ci si chiede come trovare il miglior prestito online e si pensa alla cessione del quinto è opportuno elencare alcuni vantaggi importanti di questo prodotto. Ricordiamo prima di tutto che la cessione del quinto è un prestito non finalizzato, motivo per cui il richiedente non ha l’obbligo di presentare un giustificativo delle spese effettuate con la cifra ricevuta.

Oltre a ciò è bene sottolineare che la sua erogazione non prevede il controllo delle banche dati, motivo per cui è accessibile anche in caso di segnalazione alla Crif come cattivi pagatori o protestati. Il prestito pensionistico dura massimo 10 anni e può essere richiesto da soggetti di età generalmente inferiore agli 86 anni.

Prestito personale: come funziona?

Un’altra soluzione utile per chi vuole informarsi su come trovare il miglior prestito online è il finanziamento non finalizzato, noto anche come prestito personale. Questa formula di accesso al credito, come già ricordato, non prevede l’obbligo di presentare un giustificativo delle spese effettuate con la cifra ricevuta.

Il prestito personale può essere richiesto anche online, quando la realtà creditizia si avvale del vantaggio della firma digitale, che ha il medesimo valore di quella cartacea. In questi casi il cliente carica sul sito i propri documenti di reddito e la carta d’identità, attendendo una risposta sulla fattibilità dell’operazione in massimo 48 ore.

Concludiamo ricordando che il prestito personale non può essere richiesto da protestati o cattivi pagatori e che prevede come requisito anagrafico un’età compresa tra i 18 e i 70/75 anni.