Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come ridurre la rata del mutuo: i prodotti da non perdere

Come risparmiare sul mutuo casa

Stiamo vivendo un periodo positivo per chi vuole accedere un mutuo. Gli indici di riferimento per il computo degli interessi sono infatti convenienti a prescindere dalla tipologia di tasso scelta. Come ridurre la rata del mutuo? Ecco le proposte da non perdere per sfruttare al massimo i vantaggi della congiuntura economica.

Entriamo nel merito della questione come ridurre la rata del mutuo? partendo dalla definizione di ciò che determina l’effettiva convenienza delle proposte. Al netto dell’andamento degli indici di riferimento, è fondamentale prendere in considerazione lo spread praticato dall’istituto di credito e i cosiddetti costi accessori.

Gli oneri correlati all’istruttoria e alla perizia, come le spese per l’incasso rata possono incidere in misura sensibile sula convenienza del prodotto esaminato.

Migliori mutui prima casa 2016

Abbiamo scelto quindi di proporvi le linee di credito che, al momento, nel loro complesso assicurano le condizioni più concorrenziali del mercato. Mutuo Arancio di Ing Direct in questo periodo propone una promozione che permette di fruire di uno spread a partire dall’1,40%.

Per godere di questo spread è necessario attivare un Conto corrente Arancio, che non prevede però alcun costo. Il conto andrà usato per farsi addebitare le rate. Tra i vantaggi del mutuo rileviamo l’assenza di oneri legati a perizia e istruttoria. Non sono applicati neppure costi per l’incasso rata o per le comunicazioni periodiche.

Molto valida è anche la proposta di Banca Intesa. Questa propone finanziamenti validi per l’acquisto casa e nell’ambito delle surroghe. È applicato un tasso fisso che parte dall’1,40%, una soglia che interessa i mutui dalla durata non superiore a 10 anni e per somme che non eccedono il 50% del valore dell’immobile.

Scegliendo un mutuo a tasso variabile, grazie alle attuali condizioni mercato, si può godere di uno spread che parte dall’1,15%.

Mutui per la casa: la promozione CheBanca

Come ridurre la rata del mutuo? Vi segnaliamo infine i mutui CheBanca. La linea di credito a tasso fisso è computata utilizzando come riferimento uno spread che parte dall’1,05%. Il mutuo deve interessare una somma non eccedente il 50% del valore della struttura immobiliare considerata. Assenti inoltre oneri legati all’incasso rata e comunicazioni periodiche.

Vi ricordiamo che le condizioni presentate possono variare, prima di inviare la richiesta di preventivo vi consigliamo di verificare, sul portale ufficiale dell’istituto di credito, il tasso di interesse applicato.

Per restare sempre aggiornato sui mutui più convenienti del mercato, vista mutuoinpdap.org