Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come richiedere un prestito: i passaggi da seguire

Come richiedere un prestito: i requisiti

La richiesta di un finanziamento è un processo piuttosto semplice che implica però una serie di passaggi essenziali da seguire. Vediamo quindi in dettaglio le azioni da compiere così da ottenere un accesso al credito in tempi rapidi e senza intoppi.

Il primo punto da affrontare per rispondere alla domanda come richiedere un prestito è la valutazione dei requisiti. Banche e finanziarie definiscono particolari criteri (coerenti sempre con la normativa tracciata dalla Banca d’Italia) perché le domande di accesso al credito vengano accolte.

È indispensabile essere maggiorenni e avere meno di 75 anni al momento della scadenza del finanziamento. Non solo. Il potenziale cliente deve disporre di un reddito dimostrabile e una buona affidabilità in termini finanziari (in sede di valutazione il richiedente dovrà esplicitare la sua professione e il reddito).

Come richiedere un prestito: la documentazione

Appurati questi primi requisiti essenziali, l’utente dovrà approntare la documentazione. Questa serve alla banca per considerare il rischio di insolvenza del potenziale cliente, che fornirà: documento di identità, codice fiscale, prestiti ancora in fase in rimborso.
A ciò dovranno aggiungersi:

  • dichiarazione dei redditi, nel caso di lavoratori autonomi e liberi professionisti;
  • ultima busta paga e Cud, nell’eventualità di lavoratore dipendente;
  • cedolino pensione, se si tratta di pensionato.

Qualora il finanziamento considerato sia finalizzato, ossia volto all’acquisto di bene o servizi particolari, insieme ai documenti citati il cliente deve fornire un preventivo della spesa da affrontare.

Scegliere una polizza assicurativa

Insieme al finanziamento è possibile sottoscrivere un polizza assicurativa, che interviene a tutela del beneficiario del prestito qualora si determinino episodi inattesi che limitano la capacità di rimborso (eventi quali gravi malattie, infortuni o morte).

Di solito le assicurazioni sui prestiti non risultano obbligatorie, ma vengono consigliate al cliente soprattutto quando le somme da restituire sono piuttosto importanti. L’assicurazione può essere richiesta dall’utente al momento della sottoscrizione del finanziamento.

Gli oneri derivanti dall’assicurazione sono computati in forma percentuale in relazione all’entità del prestito e saranno addebitati in anticipo.

Pur considerando tutti questi elementi, l’utente deve tenere presente che la valutazione della domanda di accesso al credito è determinata, senza alcun vincolo, dalla banca o finanziaria selezionata. Secondo il profilo creditizio del richiedente è possibile la concessione del prestito anche qualora sia in corso il rimborso di altri prestiti.

Per considerare l’effettiva convenienza del prodotto finanziario proposto vi consigliamo di farvi rilasciare un preventivo gratuito basato sulle vostre esigenze e garanzie (i prestiti online permettono solitamente una riduzione dei tempi di erogazione e tassi di interesse più competitivi).