Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come inoltrare la domanda mutuo Inpdap?

Come inoltrare la domanda mutuo Inpdap? Per poter inviare la domanda mutuo Inpdap è indispensabile rivolgersi alla sede provinciale dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale di pertinenza dell’immobile a cui si fa riferimento. Dobbiamo infatti ricordare che l’Inpdap è ormai assorbito all’interno dell’Inps.

L’invio della richiesta della linea di credito si realizza mediante una raccomandata con ricevuta di ritorno, cui va aggiunta una serie di allegati in grado di rispondere alla documentazione richiesta. Si devono inoltre tenere presenti alcuni periodo dell’anno utili per l’invio della richiesta: da 1 a 10 gennaio; da 1 a 10 maggio; da 1 a 10 settembre.

Ma quali sono i requisiti per l’invio della richiesta? Il richiedente deve risultare essere lavoratore dipendente a tempo indeterminato oppure pensionato iscritto a un apposito fondo di credito, la Gestione Unitaria Autonoma delle Prestazioni Creditizie e Sociali. Non solo. Il richiedente deve essere in regola con i contributi da almeno tre anni. I familiari infine non possono essere in possesso di altri immobili in Italia, fatte alcuni eccezioni riportate dal regolamento.

L’importo oggetto della richiesta non può superare il valore di stima dell’immobile. A livello annuale le rate non possono essere superiori alla metà del reddito imponibile del nucleo familiare. Una volta terminate le procedure preliminari, la domanda è autorizzata e il cliente entra nella lista di attesa. Le domande di mutuo sono organizzate in base alle graduatorie e sulla scorta dei fondi disponibili.