Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come Funziona Istruttoria Cessione del Quinto?

Come Funziona Istruttoria Cessione del Quinto? Data la modalità di rimborso frutto delle trattenute alla fonte dal datore di lavoro del contraente, il rischio che il prestito non venga saldato per volontà di quest’ultimo è pressoché nullo.

In fase di istruttoria difficilmente vengono infatti richieste le motivazioni per le quali il cliente richiede il finanziamento, né gli istituti bancari consultano le banche dati dei sistemi di informazioni creditizie per accertare l’esistenza di eventuali segnalazioni negative o esposizioni debitorie sul potenziale cliente.

L’istruttoria è dunque la fase in cui la banca si limita ad analizzare il certificato di stipendio per valutare l’ammontare della rata sostenibile dal cliente e calcolare la quota cedibile, ossia la quota che determina l’importo del finanziamento da erogare.

Ciò nonostante i prestiti tramite cessione del quinto prevedono una doppia copertura assicurativa sul finanziamento: un’assicurazione sulla vita e una sul rischio impiego, così da tutelare la società finanziaria erogatrice del prestito.

Tale copertura incide in modo significativo sull’affidabilità creditizia del cliente per quanto concerne il rischio impiego. Se per il rischio vita vi sono infatti delle tabelle di riferimento sviluppate da ANIA e ISVAP, non esiste ad oggi un simile criterio di valutazione per quanto riguarda il rischio di perdere involontariamente il proprio posto di lavoro.

Da ciò si sviluppa allora la necessità di istituire un procedimento di istruttoria cessione del quinto durante il quale l’istituto bancario e la compagnia assicurativa, che si occuperà di rilasciare la doppia copertura assicurativa, possano verificare che la ditta presso la quale il richiedente è impiegato possegga determinati requisiti di solidità economica.