Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come avere prestiti senza busta paga? Guida al credito

Come avere prestiti senza busta paga? È diventata una domanda frequente. I cambiamenti portati dalla crisi hanno causato incertezza lavorativa, ma hanno anche spinto tante persone a mettersi in gioco come liberi professionisti. In tutti e due i casi è impossibile avere una busta paga ed è utile avere le idee chiare riguardo alle possibilità di accesso al credito.

Come avere un piccolo prestito senza busta paga: il credito su pegno

Chi si domanda come avere prestiti senza busta paga ed è interessato ad accedere a cifre contenute può prendere in considerazione il credito su pegno.

Questa soluzione prevede la possibilità d’impegnare un bene prezioso, che viene valutato da un professionista. Sulla base del suo giudizio si procede con l’erogazione della cifra, che è generalmente inferiore ai 1.000€.

Il cliente rimborsa le rate e ha la possibilità di riscattare il bene, che viene restituito previa presentazione di una polizza al portatore fornita al momento della sottoscrizione del contratto. Informarsi sui prestiti su pegno vuol dire ricordare che prevedono il versamento di spese di custodia.

Come ottenere piccolo prestito senza busta paga: i finanziamenti cambializzati

Un’altra strada da considerare quando si discute di come avere prestiti senza busta paga è il finanziamento cambializzato. Questa formula di accesso al credito, che ha ripreso ad avere successo dopo diversi anni di crisi, si basa sulla firma, da parte del cliente, di titoli esecutivi con natura forzata.

Cosa implica questo? Che la realtà creditizia emettitrice, in caso d’insolvenza, può rivalersi nell’immediato sui beni del cliente.

Il prestito cambializzato è un prodotto in linea di massima vantaggioso, in quanto viene incontro alle esigenze di accesso al credito di chi non ha una busta paga e di chi ha alle spalle problemi creditizi legati all’iscrizione alla Crif.

Da ricordare è anche la velocità di erogazione. Quello che non va messo in secondo piano è il tasso. Fisso per tutta la durata del piano di rimborso, l’interesse è particolarmente alto in quanto, per i motivi sopra descritti, il prestito cambializzato è considerato un prodotto a rischio e le realtà creditizie cercano soluzioni per tutelarsi.

Prestito senza busta paga: le garanzie alternative

Quando si discute di come avere prestiti senza busta paga è opportuno aprire il capitolo delle garanzie alternative. Se non si ha modo di presentare uno stipendio fisso si può considerare la proprietà di un immobile privo d’ipoteca oppure la titolarità di un assegno divorzile.

Prestiti con garante: ecco cosa sapere

L’ultimo punto da considerare in merito a come avere prestiti senza busta paga è la presentazione di un garante, eventualità che può riguardare i liberi professionisti.

In questo caso bisogna ricordare che l’intervento del garante, una persona economicamente affidabile, deve essere straordinario e che il beneficiario rimane il principale riferimento per quanto riguarda il pagamento delle rate.