Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Come accedere al Prestito Postepay?

Come funziona il Prestito Postepay? Quali sono le sue principali caratteristiche?

Poste Italiane propone una linea di credito correlata al prodotto Postepay. Stiamo parlando di SpecialCash Postepay, un finanziamento che permette di conseguire l’accredito sulla propria carta prepagata.

SpecialCash Postepay rientra all’interno della categoria del prestito personale e si rivolge ai titolari di Postepay. È previsto l’accredito della cifra prevista direttamente sulla carta prepagata Postpay.

Grazie a questo finanziamento si possono eseguire i proprio acquisti in assoluta libertà, selezionando uno tra i tre piani di ricarica a disposizione. Ma vediamo nel dettaglio come sono strutturati i piani di rimborso.

Prestito Postepay tempistica: i piani di rimborso

Nel caso di un importo da 750 euro, avremo una durata del contratto pari a 15 mensilità. La commissione fissa mensile per l’erogazione corrisponde a 4,50 euro. L’entità della rata mensile è di 54,50 euro. Il costo totale del credito è di 85,50 euro, mentre l’importo totale dovuto è di 835,50 euro, il Taeg è del 18,21%.

Con una durata del contratto di 20 mesi si può conseguire un prestito da mille euro. La commissione fissa mensile per l’erogazione è di 6,00 euro. Per quanto attiene invece all’importo della rata mensile, avremo 56,00 euro. Il costo totale del credito è di 138,00, mentre l’importo totale dovuto 1.138,00 euro. È applicato è un Taeg del 16,51%.

Con un prestito da 1.500 euro la durata del contratto sale a 24 mesi. La commissione fissa mensile per l’erogazione è di 9,00 euro. La rata mensile è di 71,50 euro. Il costo totale del credito è di 234,00 euro, cui corrisponde un importo totale dovuto di 1.734,00 euro. Il Taeg è 15,46%.