Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Cessione del quinto estinzione anticipata: tutto quello che dovete sapere

La crisi economica sta mettendo a dura prova le famiglie italiane che sono costrette a fare i conti sempre più con i rincari delle bollette e delle tasse da versare mensilmente, spesso non riuscendo ad arrivare a fine mese unica soluzione valida è la richiesta di un prestito personale per estinguere ogni saldo di pagamento in sospeso.

Una tipologia di finanziamento che ha riscosso grandi consensi tra gli italiani è la cessione del quinto, che garantisce l’elargizione del prestito in maniera semplice e veloce con rate mensili pari a un quinto dello stipendio percepito.

Come tutte le altre tipologie di finanziamento esiste anche la cessione del quinto estinzione anticipata, ma in questa circostanza l’operatore finanziario dovrà rimborsare ai clienti sia la quota della polizza assicurativa a copertura del rischio impiego e/o morto sia le quote relative alle commissioni di recurring, ovvero tutte le quote versate in anticipo ma soggette a maturazione per tutta  la durata del versamento del prestito.

Diverse volte la Banca d’Italia si è occupata dei rimborsi in caso di cessione del quinto estinzione anticipata, invitando gli intermediari a seguire le normative che regolerebbero i conteggi , ma nonostante l’intervento della Banca d’Italia le finanziarie continuano a contare interamente le voci presenti nel conteggio estintivo provocando un danno economico al cliente che potrebbe aggirarsi intorno a migliaia di euro.

Nel caso di cessione del quinto estinzione anticipata è intervenuta anche la Casa del Consumatore con l’iniziativa “conteggi puliti” a favore di tutti i clienti  titolari di cessione del quinto che vogliono  estinguere il debito anticipatamente senza essere “truffati” dalle finanziarie.