Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Cessione del quinto della pensione: ecco come funziona

La cessione del quinto della pensione è una forma di credito al consumo che si rivolge ai pensionati che vogliono un prestito non finalizzato. Viene messa a disposizione da numerose realtà creditizie, sia istituti di credito sia società finanziarie.

La caratteristica principale di questo prodotto è la possibilità di usufruire di una rata massima pari al 20% dell’assegno mensile. La suddetta rata viene decurtata a monte prima dell’erogazione del trattamento.

Guida alla cessione del quinto: altre informazioni tecniche

Continuiamo a discutere di cessione del quinto della pensione ricordando che il piano di ammortamento non può durare più di 120 mesi.

In caso di trattamenti particolarmente bassi scatta la salvaguardia del trattamento minimo. Di cosa si tratta? Di una misura di tutela che viene chiamata in causa per salvaguardare il trattamento minimo Inps. In casi di questo genere la rata mensile può essere inferiore al 20%.

Cessione del quinto: in quali casi non può essere richiesta?

La cessione del quinto della pensione non può essere richiesta per tutti i trattamenti pensionistici. Sono esclusi le pensioni e gli assegni sociali, gli assegni d’invalidità civile, le indennità versate per l’assistenza mensile a pensionati non autosufficienti.

Non è possibile chiedere la trattenuta del quinto anche sugli assegni di sostegno al reddito, sugli assegni al nucleo familiare, sulle pensioni contitolate per la parte non intestata al cliente e per i trattamenti di esodo.

Comunicazione di Quota Cedibile: cos’è

La Comunicazione di Quota Cedibile è un documento fondamentale per la cessione del quinto della pensione in quanto riporta le informazioni sulla rata massima decurtabile dal trattamento pensionistico.

La Comunicazione di Quota Cedibile deve essere richiesta dal pensionato all’Ente e consegnata alla realtà creditizia che eroga il prestito. In caso di istituti di credito convenzionati con l’Inps, come per esempio BNL e Findomestic, i tempi di arrivo della Comunicazione di Quota Cedibile sono molto ridotti.

Vantaggi del quinto della pensione: ecco quali sono

La cessione del quinto della pensione è un prodotto che si contraddistingue per diversi vantaggi. Il più importante è senza dubbio la certezza della rata mensile, che non può essere superiore al 20% dell’assegno pensionistico.

Molto importante è ricordare anche che si tratta di un prestito accessibile da parte degli iscritti alla Crif come cattivi pagatori o protestati. L’erogazione del prestito contro cessione del quinto – esattamente come quella dei prestiti cambializzati – non prevede il controllo delle banche dati.

La cessione del quinto è un prestito non finalizzato, il che significa che il cliente non ha l’obbligo di presentare un giustificativo delle spese effettuate con la cifra ricevuta.

Concludiamo ricordando che il tasso è fisso per tutta la durata del finanziamento e inferiore alla soglia anti usura. La legge prevede che sul contratto iniziale siano specificate tutte le informazioni relative alle spese d’istruttoria e alle penali in caso di estinzione anticipata.