Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Carta Nova revolving Findomestic: ecco come funziona

Le carte di credito revolving sono prodotti che danno la possibilità di accedere a linee di credito flessibili e di decidere in maniera agevole le modalità di rimborso. La Carta Nova revolving Findomestic è un prodotto che risponde a queste caratteristiche e che vale la pena analizzare.

Carta Nova Findomestic: informazioni generali

La Carta Nova revolving Findomestic è una carta di credito che consente di ottenere una somma liquida sotto forma di linea di credito. Questa erogazione di denaro ha le stesse caratteristiche di un prestito personale, il che significa che l’utente ha la possibilità di gestire la cifra ricevuta senza la necessità di presentare un giustificativo di spesa.

In sede di sottoscrizione del contratto viene indicato il tasso d’interesse applicato alle rate di rimborso.

Carta revolving Findomestic: diamo qualche numero

Continuiamo a parlare delle caratteristiche della Carta Nova revolving Findomestic ricordando che i titolari hanno la possibilità di accedere a una linea di credito a tempo indeterminato dell’entità massima di 1.500€.

Gli importi utilizzati dal cliente devono essere restituiti di mese in mese, tramite rate caratterizzate da un TAN fisso del 15,36% e da un TAEG del 21,28%.

Si tratta senza dubbio di un tasso d’interesse più elevato rispetto ai prestiti tradizionali, ma è bene ricordare che la carta in questione non presenta alcun tipo di costo di gestione.

Cosa si può fare con la carta revolving di Findomestic?

Quando si progetta la richiesta di una carta revolving ci si chiede necessariamente quali siano le possibilità a disposizione. Cosa si può dire in merito per quanto riguarda Carta Nova revolving Findomestic? Che ci sottoscrive una linea di credito tramite questa modalità può:

  • Prelevare denaro contante da qualsiasi sportello ATM convenzionato
  • Effettuare bonifici considerando sempre il tetto massimo di spesa pari a 1.500€

Fondamentale è ricordare che la cifra presente sulla carta revolving è sempre disponibile, a meno che non si effettuino acquisti e non si contribuisca così alla sua diminuzione (in ogni caso è possibile tornare al saldo di partenza effettuando una ricarica).

Carta Nova: facciamo una simulazione

Per capire meglio come funziona la Carta Nova revolving Findomestic facciamo una piccola simulazione, ipotizzando una linea di credito di 1.500€ e la scelta di rimborsare questa cifra tramite un numero di rate pari a 34.

In questo caso il titolare della carta è tenuto a pagare una rata mensile pari a 60€, il che significa che l’importo complessivo pagato alla fine del piano di ammortamento è pari a 2.068,41€ (il piano in questione è caratterizzato dall’applicazione della rata minima). Concludiamo ricordando che la Carta Nova Findomestic può essere richiesta recandosi presso una sede della società finanziaria, ma anche collegandosi direttamente al sito ufficiale del gruppo e caricando online tutti i documenti richiesti.