Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Carta Nova Findomestic: quali i costi e i vantaggi?

Carta Nova Findomestic: a chi si rivolge? Quali sono le sue caratteristiche?

Siete interessati alle carte di credito revolving? Bene, nel nostro approfondimento vedremo le caratteristiche di Carta Nova Findomestic. Quali sono i principali vantaggi associati? Quali le condizioni economiche applicate?

Carta Nova di Findomestic permette al cliente di disporre di una somma di denaro da impiegare senza limiti di utilizzo. A fronte di ogni spesa l’importo complessivo si riduce, ma attraverso il rimborso della rata mensile va a ricostituirsi.

Carta Nova Findomestic: quali sono i vantaggi?

Ma vediamo in dettaglio le modalità di rimborso. Vi sono rate mensili che restano costanti. La rata può essere cambiata online oppure contattando telefonicamente il Centro Clienti Findomestic. Per quanto attiene invece ai maggiori vantaggi associati alla scelta di Carta Nova abbiamo:

  • l’assenza di oneri per la richiesta contanti e Bancomat;
  • un programma Fedeltà Findomestic Club dedicato ai clienti;
  • Promo Nova: rimborsi in 3 rate (promozione per i titolari di Carta Nova e Carta Aura che consente il rimborso degli acquisti in tre rate mensili per tenuta conto);
  • Nessun costo per la quota associativa;
  • Il cliente può fruire di servizi di home banking;
  • è presente un solo estratto conto per tuti gli impieghi.

Carta Nova Costi: quali sono gli oneri previsti?

L’importo complessivo del credito raggiunge i 1.500 euro. Con la Scelta fine mese non sono pagati interessi, mentre se si vuole usufruire del credito è applicato un Tan fisso del 15,36% e un Taeg del 21,28 %. Assenti invece i costi per: quota associativa annuale, emissione nuova carta, richiesta Bonifico/Assegno, incasso rata e prelievo presso ATM.

Sono applicate invece spese per tenuta conto (€ 3,99 mensili, relativi esclusivamente ai mesi in cui è in corso il rimborso). L’imposta di bollo su ogni estratto conto è di 2 euro. Per conseguire Carta Nova è indispensabile avere un reddito dimostrabile ed essere titolari di conto corrente.

I principali impieghi di Carta Nova riguardano: richiesta contanti, shopping online, acquisti in negozio e prelievi bancomat. Nonostante l’indubbia praticità di questa soluzione, soprattutto per quanti amano lo shopping ma non hanno limitate disponibilità economiche, dobbiamo comunque considerare i tassi di interesse applicati.

Il Taeg a 21,28 %, per quanto in linea il mercato revolving, può rappresentare un problema per il rimborso di cifre significative. Vi consigliamo quindi di considerare con attenzione la vostra effettiva capacità di restituzione delle cifre previste.