Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Calcolo Tan: come avviene, quali sono i fattori da considerare?

Calcolo Tan Taeg

Conoscere l’ammontare delle rate del proprio piano di ammortamento diventa indispensabile per conoscere la reale convenienza del finanziamento scelto, sarebbe meglio quindi effettuare il calcolo Tan e Taeg per scegliere il prestito migliore.

Calcolare la rata del finanziamento aiuta il mutuatario a capire quanta liquidità è possibile richiedere senza incorrere nel rischio di sovraindebitamento, in questo modo sarà possibile conoscere la sostenibilità economica delle rate che dovranno essere rimborsate alla banca.

Fattore fondamentale per tutti i mutuatari  che hanno necessità di accesso al credito cercare di non indebitarsi per più di un terzo dello stipendio mensile percepito. Saranno le stesse banche che non concederanno la liquidità richiesta nel caso in cui la busta paga del richiedente risulti impegnata per più di un terzo dell’importo percepito.

Tan finanziamento

Diversi sono i fattori da tenere in considerazione per scegliere il migliore finanziamento tra la vasta gamma di proposte finanziarie presenti sul mercato, scelta che necessariamente deve essere dettata dalla maggiore convenienza del prestito.

Ogni richiedente dovrà considerare diversi parametri per valutare il piano di ammortamento, dalla durata del rimborso, alle spese accessorie ma soprattutto il valore attribuito al Taeg e al Tan, variabili che influiscono sul costo del finanziamento.

Il Tan ovvero il tasso annuo nominale viene utilizzato per calcolare la quota di interessi applicati al finanziamento e che dovranno essere corrisposti al finanziatore. Nel calcolo Tan non rientrano le spese accessorie come le provvigioni, le spese e le imposte.

Tan Taeg online

È possibile usufruire di calcolatori finanziari online che consentono di effettuare il calcolo esatto del Tan che sarà applicato al proprio finanziamento, per considerare una maggiore o minore convenienza del prestito richiesto.

È possibile per i richiedenti che vogliono ottenere il calcolo esatto del finanziamento risalire al Tan solo se si conoscere l’importo della rata mensile, l’importo finanziario ed il numero dei mesi della durata del prestito. Ogni richiedente potrà considerare tali caratteristiche utili ad indicare se il tasso di interesse annuo applicato al finanziamento corrisponde realmente al tasso applicato dall’istituto finanziatore.

Nel caso in cui si presenti una differenza rispetto a quanto comunicato dalla banca presso la quale abbiamo chiesto la liquidità, è possibile che la rata mensile includa anche i costi accessori relativi al finanziamento.

Ecco perché diventa indispensabile per conoscere il reale costo del finanziamento riferirsi al valore  che la banca attribuisce al Taeg, ovvero il tasso annuo effettivo globale, che indicherebbe il reale costo del finanziamento. Taeg che comprende non solo i valori relativi ai tassi di interesse applicati ma anche le spese accessorie e di istruttoria, ogni voce relativa al costo del finanziamento.