Borse di studio Inps master, a chi si rivolgono e come presentare domanda

Borse di studio Inpdap 2018 2019

Ogni anno l’Inps mette a concorso delle borse di studio dedicate ai figli degli iscritti ex Inpdap. Si tratta di sussidi che sono passati di competenza dell’ente previdenziale nel 2012, con la soppressione dell’Inpdap. I sussidi messi a disposizione sono sia borse di studio Inps master che per i livelli scolastici inferiori.

Nello specifico, le borse di studio Inps ex Inpdap si dividono in due categorie: troviamo le borse per le scuole di primo e secondo grado, ITS e università e le borse di studio Inps master e dottorati.

I requisiti di accesso variano a seconda della categoria del sussidio. Chi è interessato alle borse di studio per la formazione post universitaria, oggetto del nostro approfondimento, deve rientrare in una delle seguenti categorie.

  • figli di dipendenti o pensionati della PA iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo Credito ex Inpdap)
  • figli di pensionati afferenti alla Gestione Dipendenti Pubblici.

Requisiti e presentazione della domanda

Vi sono però altri requisiti da rispettare. Il candidato che desidera essere ammesso al concorso deve:

  • avere meno di 40 anni di età alla data di presentazione della domanda;
  • risultare disoccupato o inoccupato;
  • aver presentato l’iscrizione al master o al corso per cui desidera richiedere il sussidio.

Il ragazzo che presenta la domanda di partecipazione al bando di concorso deve inoltre soddisfare tutti i requisiti fissati dal bando. A tal proposito ricordiamo che la modulistica dei vari bandi viene pubblicata sia sul sito ufficiale dell’Inps, sia sui portali ufficiali delle università coinvolte.

La domanda di partecipazione al bando di concorso deve essere presentata per via telematizzata. Ai fini della trasmissione della richiesta è indispensabile il codice Pin Inps. Chi non è in possesso del Pin può richiederlo presso una qualsiasi sede Inps.

Ricordiamo infine che in sede di domanda è necessario presentare l’indicatore ISEE ordinario riferito al nucleo familiare del richiedente. Documento che deve essere in corso di validità alla data di presentazione della domanda.