Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Bonus Bebè 2014: vige la confusione a causa delle mancanza del decreto

A causa delle mancanza del decreto legge che potesse regolare ogni tipologia di decisione vige una confusione sul Bonus bebè 2014, tutti i quesiti restano assolutamente irrisolti a seguito della possibilità di un prestito agevolato per il Bonus bebè dell’anno 2014, si attendono ancora disposizione da parte del Governo che dovrebbe emanare il relativo decreto.

Anni fa il bonus bebè veniva erogato tramite assegni da 300 euro che venivano destinati alle coppie di neo genitori per far fronte alle necessità del  nascituro oggi invece esisterebbe la possibilità di richiedere un prestito agevolato per il bonus bebè 2014 ma mancano del tutto disposizioni del Governo, creando così molta confusione tra le giovani coppie.

Ancora non sono chiari i criteri di erogazione dei prestiti agevolati che potrebbero raggiungere la cifra di 5 mila euro e che verranno restituiti in massimo 5 anni, possono essere richiesti direttamente presso gli istituti di credito dai genitori, ma le domande non verranno accolte in automatico, perché non tutti potranno accedervi.

Chi potrà usufruire dei bonus bebè? Sinceramente oggi siamo assolutamente allo sbaraglio non esistono disposizioni a riguardo, l’unica sicurezza sarebbe stilare una graduatoria dei beneficiari attraverso l’utilizzo di documenti Isee, che consentirà di capire quali famiglia hanno necessità di richiedere il prestito agevolato.

Sarà il decreto legge deciso ed emesso dal Governo ha darci tutte le informazioni sicure e dettagliate sul  Bonus bebè 2014 ma ad oggi non esiste alcun regolamento.

Ancora non è chiaro se il bonus bebè 2013 potrebbe tornare con i voucher da 300 euro spendibili per le esigenze del bambino, già dalla presentazione del prestito agevolato introdotto si pensava che fosse ormai congelato, ma è probabile che i voucher non saranno riproposti.