Cosa offre BNL Cessione del Quinto Inps – Guida al credito

La cessione del quinto è una delle formule di finanziamento più richieste da parte di dipendenti e pensionati. Merito di un procedimento di rimborso che si verifica in modo automatico e una sostenibilità garantita. Oggi ci occupiamo della proposta Bnl cessione del quinto Inps, cosa offre e perché sceglierla? Ecco tutti i dettagli aggiornati al 2017.

Cessione del quinto BNL 2017 Inps

Prima di analizzare i particolari del finanziamento Bnl cessione del quinto Inps è imprescindibile chiarire quali sono le caratteristiche fondamentali della cessione del quinto.

Si tratta di una formula d’accesso al credito caratterizzata da rate che non possono superare 1/5 dell’accredito mensile, ossia dello stipendio o del trattamento pensionistico. Da ciò deriva appunto l’espressione cessione del quinto.

Come già chiarito in precedenza, la rata viene decurtata dallo stipendio o dalla pensione in modo automatico. Aspetto che avvantaggia sia l’ente erogatore sia il beneficiario del prestito.

Quest’ultimo infatti non dovrà gestire il processo di rimborso mentre la banca o finanziaria ha la certezza di ricevere il pagamento della rata.

Prestiti Bnl Inps per pensionati

Veniamo quindi alle proposte Bnl cessione del quinto Inps. Bnl è una delle banche convenzionate con l’Istituto di previdenza. La prima proposta che andiamo a esaminare è la Cessione del quinto della pensione Bnl.

È un prestito che permette di ricevere fino a 90mila euro, nel rispetto sempre dei vincoli caratterizzanti la cessione del quinto.  Il titolare del finanziamento può scegliere di procedere con l’estinzione anticipata, questa può essere parziale o totale.

Vi sono però dei costi da sostenere per il cliente della banca:

  • 1% in merito al capitale residuo, percentuale che si dimezza (0,50%) se il prestito è a meno di un anno dalla scadenza.
  • Non vi è invece alcuna commissione qualora il debito rimasto sia fino a 10mila euro.

I documenti da presentare

Quali sono i documenti previsti per ricevere credito? Bnl prevede la presentazione di un documento di identità, il codice fiscale nonché l’inevitabile cedolino della pensione.

Nell’ambito dei requisiti rileviamo la stipula di una assicurazione sulla vita.

Simulazione calcolo prestito

Bnl cessione del quinto Inps pensionati. Per comprendere quale sia l’effettiva convenienza del finanziamento, possiamo pensare a una simulazione di rimborso. Il profilo del cliente immaginato è un pensionato di 69 anni che richiedere 16.798 euro da restituire in 10 anni.

La rata sarà di 200 euro espressione di un tasso fisso corrispondente al 7,41%. Se consideriamo il Taeg è disposto il 7,84%. Complessivamente il titolare del prestito andrà a pagare 24mila euro.

Il finanziamento avrà quindi un costo di 7.201 euro. Importo all’interno del quale sono presenti oneri di intermediazione (101,5 euro), imposta di bollo 16 euro. Risultano assenti spese pertinenti il processo di istruttoria e incasso rata.

Per comprendere se si tratta di una risorsa adatta alle vostre esigenze, vi consigliamo di procedere con la simulazione di calcolo di un finanziamento incentrato sulle vostre richieste.

Cessione del quinto dello stipendio

In alternativa è possibile valutare la Cessione del quinto dello stipendio Bnl. Come funziona? In sintesi il processo di rimborso è analogo alla cessione del quinto per pensionati che abbiamo appena descritto. In questo caso però a godere dell’opportunità d’accesso al credito sono i dipendenti.

Come per il prodotto precedente, vi sono tassi fissi e rate costanti. Vi è una tutela assicurativa sulla vita e sullo stipendio sostenuta da BNL Finance.

Il piano di rimborso ha una durata che va da un minimo di 24 fino a una soglia massima di 120 mesi. A godere di questo finanziamento sono i dipendenti pubblici, statali, militari e forze dell’ordine.

La rata è trattenuta in automatico dallo stipendio, nel rispetto del criterio della cessione del quinto. La somma massima che può raggiungere la linea di credito è 104mila euro.

In merito all’estinzione anticipata vale quanto specificato per Bnl cessione del quinto Inps per pensionati. Passando poi ai documenti indispensabili per ricevere credito, devono essere considerati: documento di identità, codice fiscale, ultime due buste paga, certificato di stipendio ed estratto contributivo Inps.

Simulazione calcolo del finanziamento per dipendenti

E veniamo alla simulazione di calcolo del rimborso. Consideriamo un dipendente pubblico di 35 anni che riceve 22.731 euro da rimborsare in 120 mesi.

La rata sarebbe pari a 250 euro. Valutando il Tan rileviamo il 5,66%, il Taeg è invece del 5,95%. La cifra corrisposta in totale dal cliente sarebbe quindi di 30mila euro, ciò significa che il prestito avrebbe un costo di 7.269 euro.

Prestiti pluriennali Inps ex Inpdap 2017

Per maggiori particolari sulla cessione del quinto, vi rimandiamo alla sezione dedicata a questa formula d’accesso al credito presente nel nostro portale.

Vi ricordiamo inoltre che dipendenti e pensionati pubblici, oltre a Bnl cessione del quinto Inps, possono ricevere finanziamenti su cessione del quinto erogati direttamente dall’Inps.

Stiamo pensando in particolare ai Prestiti pluriennali diretti Gestione Pubblica. È un prodotto che prevede un rimborso su cessione del quinto contraddistinto da un Tan pari al 3,50%.

Incidono sul prodotto due costi: quelli relativi al comparto amministrativo (0,50%) e il premio fondo rischi.

Un’altra proposta su cessione del quinto Inps ex Inpdap è rappresentata dai Prestiti pluriennali garantiti. A differenza dei diretti sono accordati da banche e finanziarie convenzionate.