Il sito inpdap-prestiti.it non è in alcun modo collegato ad INPS ed INPDAP, è solo un blog informativo NON ufficiale dedicato ai dipendenti ed ex dipendenti ora pensionati pubblici.

Agevolazioni mutui prima casa: scopri come risparmiare

Agevolazioni mutui prima casa: un’importante opportunità di risparmio

Il mutuo è spesso il principale capitolo di spesa per le famiglie, un carico pesante che può essere però alleggerito grazie alle agevolazioni mutui prima casa. Cosa e quali sono? A quanto ammontano? Vediamo insieme tutte le opportunità di risparmio.

La sottoscrizione di un mutuo rivolto all’acquisto, costruzione o ristrutturazione di un immobile consente al debitore di fruire di una riduzione dell’Irpef. Va subito specificato che questa possibilità di risparmio è riservata ai finanziamenti che hanno per oggetto l’abitazione principale.

Agevolazioni casa: a quanto ammontano

Ma a quanto corrispondono le agevolazioni mutui prima casa? Anzitutto il richiedente deve aver completato la procedura che porta alla sottoscrizione del finanziamento. Dopo che è stata erogata la somma prevista dal mutuo, è possibile valutare la fruizione della detrazione (essenziale la valutazione dei requisiti).

I mutui ipotecari rivolti all’acquisto dell’abitazione principale permettono di godere di una detrazione corrispondente al 19% degli interessi passivi. La somma massima in relazione a cui computare la detrazione pari al 19% corrisponde a 4mila euro all’anno.

Dobbiamo specificare che nel corso del primo anno sono oggetto della detrazione anche gli oneri accessori, una categoria di spese cui fanno parte oneri notarili, di iscrizione/cancellazione dell’ipoteca e perizia.

Agevolazioni mutui prima casa: come calcolarle. Immaginiamo un mutuo che prevede interessi passivi per 4.500 euro, la riduzione d’imposta sarà corrispondente a 760 euro. Il limite è infatti 4.000 euro, rispetto al quale è computato il 19%.

Requisiti per ottenere le agevolazioni abitazione principale

Passiamo a un altro aspetto chiave delle agevolazioni mutui prima casa: i requisiti. Per conseguire le agevolazioni vanno soddisfatti tre aspetti essenziali:

  • anzitutto il mutuatario non deve aver goduto di agevolazioni. L’unica eccezione si verifica nel caso in cui si veda e si riacquisti la prima casa;
  • il mutuatario non può risultare in possesso, usufrutto, uso e abitazione di un’altra casa collocata nel Comune in cui è posto l’immobile per il quale si richiede l’agevolazione;
  • non si deve risultare inoltre titolari di diritti di proprietà o nuda proprietà, usufrutto, uso e abitazione relativamente a un’altra abitazione fruendo delle agevolazioni;
  • è necessario infine risiedere nel medesimo comune in cui è posto l’immobile oggetto del mutuo.

Per maggiori informazioni sui mutui e sulle principali opportunità di risparmio, vi invitiamo a visitare mutuoinpdap.org